Caricamento in corso...
21 agosto 2016

Malagò applaude: "Abbiamo fatto una bella figura"

print-icon
mal

Il presidente del Coni traccia il bilancio della spedizione azzurra nella conferenza stampa di chiusura a Rio: "Sono orgoglioso di essere il presidente del Comitato olimpico e di essere italiano. Siamo sempre lì, nei primi dieci"

"Abbiamo fatto una bella figura, sono contento. Potevamo anche guadagnare qualche altra medaglia, e ci abbiamo creduto. Ma sono orgoglioso di essere il presidente del Coni e di essere italiano". Così Giovanni Malagò nella conferenza stampa che traccia il bilancio azzurro di fine Olimpiadi. "Tutti preoccupati, 25 medaglie sarebbe stato un gran risultato tenendo conto che si erano perse medaglie potenziali nella scherma. Poi non ci siamo fatti mancare niente: la vicenda Nibali, Mangiacapre, tutti e due costretti a rientrare. Ma siamo sempre li' nei primi dieci".

Le statistiche della spedizione azzurra - "Quella di Rio è la seconda edizione di sempre per gli sport di squadra dietro Atene e abbiamo il 10% in più dei medagliati rispetto a Londra e il 56% in più rispetto a Pechino. Il Coni pagherà premi per 5,4 milioni di euro - spiega il presidente Malagò - L'età media dei medagliati d'oro è la più bassa degli ultimi 32 anni, siamo a 25 anni: solo a Los Angeles abbiamo avuto una media più bassa, 24,4, ma è stata un'edizione alterata dall'assenza di diversi Paesi".

 

Le lacrime d'argento del volley - Malagò ha aperto la conferenza stampa commentando la finale persa dagli azzurri del volley contro il Brasile: "Per vincere serviva essere molto più forti. Ma chapeau al volley, grazie a questa squadra che ci ha fatto emozionare - ha detto il presidente del Coni - Hanno perso a testa alta facendo una gran bella figura. Se c'era un oro che speravo di prendere era proprio questo, ma è quella variabile che incide. Sono stati grandi ad avere la forza e la capacità di giocare le due finali sia indoor che nel beach contro il Brasile. Bravini sia ad arrivarci che a giocarcela".

Tutti i siti Sky