Caricamento in corso...
28 novembre 2011

Londra 2012, la Idem: io portabandiera? Ne sarei orgogliosa

print-icon
jos

Josefa Idem, una leggenda dello sport azzurro, in piena azione a Pechino 2008

"Vuol dire che ho le carte in regola come altri grandi atleti. Io ho scelto l'Italia per amore, ma questa scelta spetta a qualcun altro". Per la campionessa mondiale e olimpica quella del prossimo anno rappresenta l'ottava partecipazione ai Giochi

SPECIALE: tutto sulla marcia verso Londra 2012

FOTO -
Quando l'Olimpiade fa la guerra alle guerre - Addio Smoking Joe, se ne va il grande Frazier - Tania Cagnotto, un tuffo nel passato per un salto nel futuro

NEWS: La Trillini: io portabandiera? Onore immenso - Portabandiera, Fede dice no. Petrucci: non è una Via Crucis - Olimpiadi di Londra? Su Twitter vincono gli Stati Uniti - Fiona May "salta" con Sky. I Giochi in 3D

GUIDA TV - Obiettivo: Londra 2012 - Le Olimpiadi secondo Sky: così sarà Londra 2012

"Mi fa piacere che si parli di me come portabandiera a Londra 2012. Ne sono onorata. Vuol dire che ho le carte in regola come altri grandi atleti. Io ho scelto l'Italia per amore, ma questa scelta spetta a qualcun altro". La plurimedagliata canoista di origine tedesca Josefa Idem, prima dell'inizio della cerimonia di premiazione degli atleti del circolo canottieri Aniene di Roma, descrive così la possibilità di essere designata come portabandiera dell'Italia alle Olimpiadi di Londra 2012.

Per la campionessa mondiale e olimpica quella del prossimo anno rappresenta l'ottava partecipazione ai Giochi, un ulteriore record che l'atleta si appresta a centrare. "Non sono stupita dal raggiungere questo traguardo perché ho programmato tutto biennio dopo biennio - ha spiegato -. Ogni Olimpiade ha la sua particolarità: il numero otto indica l'infinito. E' la mia ultima partecipazione? E chi lo sa. A Rio de Janeiro sarebbe la nona e io sarei nonna olimpiade".

Tutti i siti Sky