Caricamento in corso...
20 marzo 2012

Rossi: "L'azzurro ti dà responsabilità. Ditelo a Buffon"

print-icon
ant

Antonio Rossi, pluricampione olimpico nel kayak e oggi nella squadra dei commentatori Sky per i Giochi del 2012

Tre medaglie d'oro nel kayak in cinque Olimpiadi. Oggi tra i commentatori Sky per Londra 2012, racconta cosa vuol dire rappresentare l'Italia nel mondo. Poi il suo Milan: "Il gol fantasma con la Juve? Gigi sincero, ma non un esempio da seguire". LE FOTO

SPECIALE: tutto sulla marcia verso Londra 2012

GUIDA TV - Obiettivo: Londra 2012 - Le Olimpiadi secondo Sky: così sarà Londra 2012

di ALFREDO ALBERICO

"Se non fossi diventato Antonio Rossi, avrei fatto di sicuro il commercialista". Singolare, ma tutto sommato parole che non stupiscono per uno che nella sua carriera da atleta i conti li ha fatti quadrare eccome. Antonio da Lecco, 44 anni, cinque Olimpiadi, tre ori, un argento e un bronzo nel kayak, si prepara a vivere i Giochi di Londra in maniera diversa rispetto al passato. Diversa ma con l'entusiasmo di sempre. Il campione azzurro delle Fiamme Gialle, oggi commentatore per Sky Sport, spiega cosa vuol dire vivere in prima persona un evento come quello della prossima estate. E non manca qualche digressione verso un'altra passione sportiva, come il calcio. Con Rossi il viaggio inizia però dal 2008, quando fu scelto come portabandiera della spedizione italiana a Pechino. "E' un ruolo che dà carica, è un grande impegno –dice-. L'ho fatto in un periodo e in un Paese in cui il tema dei diritti umani era di stretta attualità. I giornalisti volevano sapere il nostro parere. In quei momenti ci si deve comportare da vero capitano".

Un compito che si può anche rifiutare, come nel caso di Federica Pellegrini.
"In realtà non è stato un rifiuto, perché è mancata la domanda. Ha una gara dopo due giorni dalla cerimonia ufficiale e vuole concentrarsi solo su quella. Comprensibile".

Allora a chi toccherà?
"A una donna, non ho dubbi. Perché il movimento femminile farà più risultati di quello maschile. Valentina Vezzali, Antonella Sensini, Josefa Idem oppure Eleonora Lo Bianco. Magari Elisa Santoni, la capitana della selezione di ginnastica ritmica".

Ci tolga una curiosità. Il villaggio olimpico è davvero come il paese dei balocchi?
"Non ho mai visto gli atleti divertirsi così come raccontato in alcuni aneddoti riportati dalla stampa. Certo, nel 1992 a Barcellona è stato davvero molto bello. Eppure nessuno ha esagerato nei comportamenti. In quell’occasione fui fotografato con mia moglie, che gareggiava, e il mio compagno di barca mentre in una sala giochi, sempre nel villaggio, eravamo al volante di un simulatore. Chiesero uno scatto con un’esultanza. Il giorno dopo un quotidiano titolò 'Gli italiani fanno festa alle Olimpiadi'. Capita anche questo, ci rido su".

Che cosa lasciano dentro i Giochi?
"L'incontro e il confronto con atleti di altre discipline, altre razze e altre nazioni è un qualcosa che ti arricchisce molto".

Lei è commendatore e grande ufficiale della Repubblica. Onorificenze avute dopo i trionfi olimpici. Una responsabilità in più?
"Non direi. Sono un finanziere e questo già m'impone un senso del dovere ventiquattro ore su ventiquattro. Di certo è un assist ai miei amici per prendermi in giro. C’è chi mi chiama 'cummenda', alla milanese”.  

Di sicuro è milanista. Come finirà la stagione dei rossoneri?
"Siamo in un momento decisivo e competitivi su tre fronti. Immagino la Coppa Italia alla Juve, e lo spero anche un po'. Per il resto spero in un doppio successo rossonero, anche se il Barcellona è l'avversario più duro che ci poteva capire in Champions League. E poi il campionato. Sono fiducioso".

Le polemiche dopo l'ultima di campionato con la Juve. Buffon, commendatore come lei, ha detto che non avrebbe mai confessato la validità della rete di Muntari. Che ne pensa?
"E' stato attaccato duramente perché ha espresso il suo pensiero. E' stato vero. Ma questo non vuol dire che sia una atteggiamento condivisibile. Chi indossa la maglia azzurra è un esempio per tutti".

Guarda anche:
VIDEO -
Il sogno paralimpico, verso Londra 2012: tutti i video di "Share your dream"
FOTO - A casa di... Francesca Piccinini - Tutte le Principesse rosa dello sport azzurro - Quando l'Olimpiade fa la guerra alle guerre - Un 2011 tutto già a cinque cerchi...

Commenta l'intervista nei Forum

Tutti i siti Sky