Caricamento in corso...
23 marzo 2012

Londra 2012, Giochi fashion: la McCartney veste i britannici

print-icon
lon

Jessica Ennis veste il British Olympic Team GB kit disegnato da Stella McCartney per Adidas

Presentate ieri le uniformi disegnate dalla supertrendy stilista britannica, figlia dell'ex Beatle. I capi saranno bianchi e blu scuri, accompagnati da scarpe rosse. Stesso kit per olimpici e paralimpici: "Volevano sentirsi parte dello stesso team". FOTO

ESCLUSIVO: Fiona May, una guida speciale per Londra 2012

SPECIALE: tutto sulla marcia verso Londra 2012

VIDEO -
Il sogno paralimpico, verso Londra 2012: tutti i video di "Share your dream"

FOTO -
Tutte le Principesse rosa dello sport azzurro - Quando l'Olimpiade fa la guerra alle guerre - Un 2011 tutto già a cinque cerchi... - Le nuove divise della Gran Bretagna

GUIDA TV - Obiettivo: Londra 2012 - Le Olimpiadi secondo Sky: così sarà Londra 2012

La Gran Bretagna vince l'Olimpiade degli stilisti. A precedere l'Italia che vestirà Giorgio Armani e gli Usa che si affideranno a Polo Ralph Lauren, e che non hanno ancora rivelato le loro collezioni per Londra 2012, è stata la selezione di casa. Infatti le divise degli atleti britannici, disegnate dalla stilista Stella McCartney per le Olimpiadi e le Paralimpiadi di quest'estate, sono state presentate ieri alla Torre di Londra.

Le uniformi comprendono capi da indossare durante le gare, capi per l'allenamento, per le premiazioni e per i momenti di relax, e su siti e blog sono già criticate da alcuni per le loro tonalità che alcuni ritengono troppo scure. Il kit, ha dichiarato la stilista, è stato disegnato per unificare gli atleti delle 26 discipline olimpiche e 20 paralimpiche sotto un unico look. "Parlando con gli atleti una cosa che è emersa fin dall'inizio è che volevano sentire di essere una squadra, apparire come una squadra e che c'è una grande forza in questo", ha affermato McCartney.

I capi saranno bianchi e blu scuri, accompagnati da scarpe rosse, rifacendosi ai colori della Union Jack. "Qualcosa che era molto importante per me era usare quell'immagine iconica (la bandiera britannica, ndr), smantellandola e ammorbidendola, scomponendola e rendendola più alla moda", ha aggiunto la stilista. Allo stesso tempo, la performance degli atleti doveva restare la priorità. La figlia di Paul McCartney ha sostenuto che "bisogna far sentire agli atleti che sono al massimo della loro performance. Che stanno indossando capi tecnici che li aiuteranno a ridurre anche la più piccola frazione di secondo".

Chris Hoy, il ciclista medaglia d'oro in pista alle Olimpiadi di Pechino e favorito anche per Londra, ha dichiarato: "E' molto importante sentirsi sicuri nella propria uniforme e di sentircisi bene dentro perché quando si gareggia non si può pensare a quello. Sapere che calza correttamente, che è aerodinamica e che è efficiente quando si è sulla bicicletta è una grossa parte della performance".

Tutti i siti Sky