Caricamento in corso...
10 maggio 2012

Londra 2012, accesa la fiaccola ad Olimpia

print-icon

La torcia olimpica percorrerà 2.900 chilometri in territorio greco toccando numerosi paesi e città e cinque siti archeologici e si concluderà il 17 maggio nel vecchio Stadio Olimpico di Atene dove nel 1896 si svolsero le prime Olimpiadi moderne

In una splendida giornata di sole quasi estiva, è stata accesa poco dopo le ore 12 locali, con una solenne cerimonia nel sito archeologico dell'antica città di Olimpia, la fiaccola che raggiungerà la Gran Bretagna per i Giochi di Londra 2012. La cerimonia si è aperta con l'alzabandiera dei tre vessilli (olimpico, britannico e greco) mentre suonavano i rispettivi inni nazionali. Alla cerimonia ha presenziato il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (Cio), Jacques Rogge.

Alla cerimonia della fiamma olimpica era presente anche il presidente del comitato organizzatore delle Olimpiadi di Londra 2012, Lord Sebastian Coe, ed altri membri del Cio e dirigenti responsabili britannici e greci. Alle 12:10 in punto (le 11:10 in Italia) - dopo l'invocazione ad Apollo - l'accensione della torcia è avvenuta come da tradizione davanti all'antico tempio dedicato ad Era da parte della prima sacerdotessa, impersonata dall'attrice greca Ino' Menegaki, con l'ausilio di uno specchio concavo che concentra i raggi del sole.
Intorno a lei le sacerdotesse di Apollo, avvolte in candidi e morbidi pepli di lana, intonavano le suggestive note di una musica antica modulate con flauti, sonagli e lenti colpi di tamburo. A partire da oggi e per una settimana, la torcia olimpica percorrerà 2.900 chilometri in territorio greco toccando numerosi paesi e città e cinque siti archeologici e si concluderà il 17 maggio nel vecchio Stadio Olimpico di Atene dove nel 1896 si svolsero le prime Olimpiadi moderne. Gli ultimi due tedofori in suolo greco saranno l'olimpionico greco di sollevamento pesi Pyrros Dimas e il cinese Li Ning, l'ex campione di ginnastica poi diventato industriale dell'abbigliamento sportivo che accese la fiamma ai Giochi di Pechino del 2008.

Tutti i siti Sky