Caricamento in corso...
11 luglio 2012

La Di Martino salta i Giochi di Londra. Dopo Howe, altro ko

print-icon

Dopo il forfait dell'atleta di Rieti , niente Olimpiade per l'azzurra del salto in alto. La lesione muscolare alla gamba sinistra non è rientrata. Il team di atletica si ritrova con due atleti in meno a Londra e il numero degli azzurri scende a 291

Guardando questo elenco (ecco la lista azzurri all'Olimpiade) arriva l'ufficialità anche sul sito del Coni: Antonietta Di Martino a Londra non ci sarà. Tutto vero, purtroppo. Niente Giochi per l'azzurra del salto in alto. La lesione muscolare alla gamba sinistra non è ancora rientrata. Scendono dunque a 291 gli azzurri che parteciperanno alle gare di Londra (165 uomini e 126 donne).

Non ci sarà nemmeno Andrew Howe. Il vento contrario di Bressanone ha spazzato via il suo sogno olimpico. Due carriere diverse, certo, eppure simili, accomunate un tempo non troppo lontano dai record e, oggi, anche da un po' di sfortuna: insieme in vetta, nel 2007, ai Mondiali di Osaka dove l'azzurro vinse l'argento stabilendo il nuovo record italiano di salto in lungo all'aperto, con uno sprint nella prova finale.

Da quel momento i guai infiniti a un tendine d'Achille che, nonostante un intervento nel 2010, fatica a tornare a posto. Un salto, in alto, ma sempre d'argento anche per la Di Martino che a Osaka riuscì a eguagliare il suo primato di 2 metri e 03. Il team di atletica italiano si ritroverà a Londra con due atleti, così, in meno, è vero. Una delusione non da poco.

Tutti i siti Sky