29 luglio 2012

Flop Pellegrini, solo quinta: "Un anno di stop, poi vedremo"

print-icon

Non arrivano medaglie dal nuoto azzurro . Giù dal podio Federica nei 400 stile, che pensa di fermarsi: "Non ne avevo più di così". Male anche Scozzoli , solo settimo: "Non so cosa sia successo, voltiamo pagina". Magnini: "Non siamo in forma"

"Veramente non ne avevo più di così. Sicuramente fa male, ma non può fare tutto la testa. Lo sport è così". Queste le prime parole di Federica Pellegrini al termine della finale sui 400 stile, chiusa al quinto posto . Anche nel 2008 a Pechino, l'azzurra aveva chiuso al quinto posto la finale dei 400 stile, ma si era poi rifatta sui 200 vincendo l'oro. "Non penso di essere passata così forte ai 200 - ha aggiunto la Pellegrini - ma davvero ho dato tutto quello che avevo. Reagire? Sicuramente, ma ripeto la testa non può fare tutto. Ho perso tante volte in carriera e ora sono pronta a voltare pagina, bisogna crederci".
E poi la delusione esplode: "Domani ci sono questi 200, che non farò con uno spirito grandioso, ma a questo punto penso di aver bisogno di un anno di stacco. Poi, l'anno dopo vedremo se avrò ancora voglia di nuotare".

Scozzoli: "Ho nuotato male, voltiamo pagina" - "Non so cosa sia successo, sono arrivato ai 75 metri che ero veramente impiccato". così Fabio Scozzoli commenta il settimo posto nella finale dei 100 rana . "Ho nuotato male, dovrò rivedere, è andata così. Sono abituato a gareggiare al fianco di Van der Burgh - ha aggiunto - lui era il treno giusto per fare una bella gara e prendere questa medaglia. E' andata male, è comunque una finale olimpica, una bella esperienza, voltiamo pagina".

Magnini: "Non siamo in forma" -
"Non siamo stati assolutamente condizionati dal risultato di Federica, non diamo colpe nostre ad altri". Così Filippo Magnini ha commentato a caldo il deludente settimo posto nella finale della 4x100. "Non eravamo brillantissimi, abbiamo faticato tutti. Peccato, perchè a parte i francesi che hanno fatto una gara da paura, il podio si poteva agguantare. La verità è che non siamo proprio in forma". Sulla rabbia della mattina con i suoi compagni: "Ero arrabbiato perchè mi hanno costretto a tirare al massimo, ma voleva essere una critica costruttiva. Quello che pensa la gente mi interessa poco, da capitano dovevo strigliarli perchè non avevano dato il massimo, a differenza di quanto hanno fatto in finale. Abbiamo dato tutto".

Il commento di Rossetto - L'anno sabbatico è una scelta presa prima del flop olimpico sui 400 stile. Claudio Rossetto, l'ultimo tecnico in ordine di tempo ad aver ricevuto il compito di allenare Federica Pellegrini, certo non può fare i salti di gioia per il quinto posto con cui si apre l'Olimpiade della campionessa azzurra della piscina. "La decisione di prendersi una pausa l'aveva già presa - sottolinea Rossetto - è sua e va rispettata. E' da quando aveva sedici anni che fa questa vita, è stanca. Qui ha fatto il massimo, in gara arriva stanca e non rende come in allenamento. Difficile tenere a questi livelli per dieci anni: dico solo che in questi otto anni Federica è stata il nuoto italiano".

La gara della Pellegrini

Tutti i siti Sky