Caricamento in corso...
06 agosto 2012

Félix Sánchez re degli ostacoli. Assolo di James nei 400m

print-icon
lon

L'impresa di Félix Sánchez nei 400 ostacoli ha illuminato la serata olimpica dell'atletica (Getty)

Il dominicano che fece piangere Fabrizio Mori a Edmonton trionfa nei 400 ostacoli. Nei piani, è il ragazzo di Grenada a staccare tutti in 43"94. Isinbayeva solo bronzo. Ciclismo, a Kenny lo sprint maschile. Cina a quota 32 ori

ATLETICA
400 ostacoli uomini - Impresa di Félix Sánchez, che a 34 anni e a otto dalla vittoria di Atene torna sul gradino più alto del podio olimpico, nella sua gara, quella in cui fece piangere Fabrizio Mori ai mondiali di Edmonton 2001. 47"54 il tempo del dominicano, che è partito forte, dalla settima corsia, ma ha tenuto benissimo nel finale e ha così battuto i due favoriti: l'americano Michael Tinsley (47.91) e il portoricano Javier Culson (48.10).

400 metri uomini - 15 anni meno di Sánchez, Kirani James si è confermato il più forte sui 400 piani. Il 19enne di Grenada, campione già ai mondiali di Daegu ha offera una vera esibizione di forza e ha vinto praticamente per distacco, con un notevole 43"94, che vale il suo personale e la prima volta sotto i 44". In una finale senza Stati Uniti e Giamaica, è stato il tripudio degli altri Paesi centramericani: dietro James, argento al dominicano Luguelin Santos (44.46), bronzo a Lalonde Gordon (44.52), atleta di Trinidad e Tobago. Poi il bahamense Chris Brown in 44.79. Solo quinto e sesto i fratelli belgi Kevin e Jonathan Borlee.

Salto con l'asta - Niente oro per la "zarina" Yelena Isinbayeva, che si è fermata a quota 4.70. A vincere è la statunitense Jennifer Suhr davanti alla sorprendente cubana Yarisley Silva, entrambe con 4.75.

Getto del peso donne - Vittoria alla bielorussa Nadzeya Ostapchuk, che con 21.36 riesce a battere la regina della specialità, la neozelandese Valerie Vili, seconda con 20.70. A 31 anni, la Ostapchuk ha conquistato il primo oro olimpico della sua carriera. Bronzo alla russia Kolodko con 20,47. Questa medaglia è stata tolta alla bielorussa, trovata positiva a due controlli antidoping. Il podio della gara è stato riscritto.

3000 siepi donne - Campionessa europea nel 2010 e mondiale nel 2011, Yuliya Zaripova ha conquistato anche la medaglia d'oro olimpica. Gran tempo quello della russa, che ha migliorato il proprio personale e ha chiuso in 9.06.72. Seconda la tunisina Ghribi, al record nazionale in 9.08.37, bronzo per l'etiope Sofia Assefa, 9.09.84. Solo quarta la grande favorita, Milcah Cheywa.

400 ostacoli donne - Nelle semifinali, miglior tempo per la russa Antyukh con un eccellente 53.33, poi la ceca Hejnova con 53.62. Sarà probabilmente tra loro la lotta per la medaglia più preziosa. Terzo tempo per Lashinda Demus con 54.08, eliminata a sorpresa la campionessa uscente, la giamaicana Melanie Walker.

CICLISMO SU PISTA
Sprint maschile - Imprendibile come i suoi connazionali, Jason Kenny ha vinto l'oro nello spettacolare sprint maschile. Risultato mai in discussione nella finale con il forte francese Baugé, finita due sprint a zero. Bronzo all'australiano Perkins, che ha superato nella finale per il terzo e quarto posto il sorprendente namibiano Phillip. Per Kenny è il secondo oro a Londra 2012, dopo quello nello sprint a squadre.

Omnium femminile - Dopo le prime tre prove, quindi a metà gara, guidano la britannica Laura Trott e la statunitense Sarah Hammer, entrambe con 12 punti. Poi l'australiana Annette Edmonson con 17.

GINNASTICA

Anelli, prova maschile - Vittoria e oro per il brasiliano Arthur Nabarrete Zanetti con il punteggio di 15.900. Medaglia d'argento al cinese Chen (15.800), bronzo all'azzurro Morandi con 15.733.

Parallele femminili - E' finalmente arrivata la medaglia d'oro per la russa Aliya Mustafina, che ha vinto davanti alla cinese He He e alla statunitense Elizabeth Tweddle. Per la Mustafina si tratta della terza medaglia ai giochi londinesi, dopo l'argento conquistato nella prova a squadre e il bronzo nel concorso generale.

Volteggio maschile - Oro al giovane sudcoreano Yang Hak-seon, 19 anni. Medaglia d'argento per il russo Denis Ablyazin, bronzo per l'ucraino Igor Radivilov.

EQUITAZIONE
Salto ostacoli a squadre - La Gran Bretagna ha vinto la medaglia d'oro nell'equitazione, salto a ostacoli a squadre. Medaglia d'argento all'Olanda, sconfitta agli spareggi. Bronzo per l'Arabia Saudita.

VELA
Radial Laser maschile - L'australiano Tom Slingsby ha conquistato l'oro nella vela, categoria Laser. Medaglia d'argento al cipriota Kontides, bronzo allo svedese Myrgren.

Radial laser femminile
- Tra le donne, nelle regate disputate a Weymouth, trionfa invece la cinese Xu Lijia. Seconda l'olandese Bouwmeester, terza la belga Van Acker.

TIRO A VOLO
Fossa olimpica - Nella gara dell'argento di Massimo Fabbrizi, oro al croato Giovanni Cernogoraz e soprattutto bronzo storico per il Kuwait con Al-Deehani. È la seconda medaglia di tutti i tempi per lo Stato asiatico: a portarla, a Sydney 2000, fu lo stesso Al-Deehani, anche allora bronzo, ma nel double trap.

LOTTA GRECO-ROMANA
60 kg - L'iraniano Omid Haji Noroozi ha conquistato l'oro olimpico nella lotta greco-romana, categoria -60 kg, grazie al successo in finale sul georgiano Revaz Lashkhi, che si e' dovuto accontentare della medaglia d'argento. Medaglia di bronzo per il russo Zaur Kuramagomedov ed il giapponese Ryutaro Matsumoto.

84 kg - Il russo Alan Khugaev ha conquistato la medaglia d'oro nella lotta greco-romana, categoria -84 kg, battendo in finale l'egiziano Karan Mohamed Gaber Ebrahim, che ha quindi conquistato l'argento. Il polacco Damian Janikowski ed il kazako Danyal Gajiyev sono bronzo.

120 kg - Il cubano Mijain Lopez ha vinto la medaglia d'oro nella lotta greco-romana (-120 kg) battendo l'estone Heiki Nabi. Il turco Riza Kayaalp e lo svedese Johan Euren hanno conquistato la medaglia di bronzo.

SOLLEVAMENTO PESI
-105 kg - L'ucraino Oleksiy Torokhtiy si è laureato campione del mondo nel sollevamento pesi (-105 kg) con 412 kg. Medaglia d'argento per l'iraniano Navab Nasirshelal (411
kg), bronzo per il polacco Bartlomiej Wojciech Bonk (410 kg).

CALCIO
Torneo femminile - Sarà finale Giappone-Stati Uniti nel torneo olimpico di calcio femminile. La nazionale nipponica, campione del mondo in carica, ha battuto per 2-1 la Francia a Wembley, grazie alle reti di Ogimi al 32' e Sakaguchi al 49'. La Francia è riuscita solamente a dimezzare il passivo al 76' con Le Sommer. Partita incredibile l'altra semifinale tra Canada e Stati Uniti, finita 4-3 per le americane dopo i tempi supplementari (2-2 al termine dei 90 minuti). Decisiva la rete di Morgan al 3' di recupero del secondo over time.

PALLAVOLO
Torneo maschile
- Bulgaria e Stati Uniti sugli scudi nella fase a gironi, da mercoledì si parte con i quarti: Bulgaria-Germania e Argentina-Brasile (o Germania) nella parte alta del tabellone, Polonia-Germania (o Brasile) e Italia-Stati Uniti nella parte bassa.
I risultati: Australia-Polonia 3-1, Russia-Serbia 3-0, Italia-Bulgaria 0-3, Gran Bretagna-Argentina 0-3, Stati Uniti-Tunisia 3-0.

BASKET
Torneo maschile - Anche qui definito il quadro degli accoppiamenti nei quarti di finale. A sfidare il "Dream Team" sarà il Brasile di Varejao e Barbosa. La Spagna "è riuscita" a perdere, si trova dall'altro lato del tabellone: ai quarti avrà la Francia, nell'eventuale semifinale la vincente dell'altro quarto tra Russia e Lituania.
I risultati: Francia-Nigeria 79-73, Tunisia-Lituania 63-76, Australia-Russia 82-80, Brasile-Spagna 88-79, Gran Bretagna-Cina 90-58. Stati Uniti-Argentina 126-97.

PALLAMANO
Torneo maschile - Islanda e Croazia escono a punteggio pieno dai cinque turni di qualificazione e affronteranno rispettivamente Ungheria e Tunisia nei quarti. Gli altri accoppiamenti sono Danimarca-Svezia e Francia-Spagna.
I risultati: Tunisia-Argentina 25-23, Ungheria-Serbia 26-23, Danimarca-Corea del Sud 26-24, Islanda-Gran Bretagna 41-24, Spagna-Croazia 25-30.

PALLANUOTO

Torneo maschile - Solo Croazia a punteggio pieno: la squadra guidata dall'ex ct italiano Rudic è la grande favorita per l'oro, ma ai quarti avrà già un test importante con gli Stati Uniti. L'altro quarto della parte alta è tra Spagna e Montenegro, mentre nella parte bassa gli accoppiamenti sono Italia-Ungheria e Australia-Serbia.
I risultati: Kazakistan-Croazia 4-12, Romania-Serbia 4-12, Australia-Grecia 13-8, Spagna-Italia 7-10, Gran Bretagna-Montenegro 4-13, Ungheria-Stati Uniti 11-6.

HOCKEY SU PRATO
Torneo femminile - Nuova Zelanda-Germania 0-0, Sud Africa-USA 7-0, Giappone-Cina 1-0, Corea del Sud-Belgio 3-1, Gran Bretagna-Olanda 1-2.

CANOA
K4 500 metri femminile - La Polonia ha stabilito il nuovo primato del mondo con il tempo di 1'30″330.

Tutti i siti Sky