Caricamento in corso...
07 agosto 2012

Zakharov e Ukhov saltano nell'oro. Calcio, Seleçao in finale

print-icon

Grande serata per la Russia: il tuffatore spezza il dominio cinese da 3 metri, con un ultimo tuffo da 104.50. Ukhov trionfa nel salto in alto con 2.38. Calcio: per l'oro sarà Brasile-Messico. Hoy vince anche il keirin e saluta in lacrime. Cina: 34 ori

TUFFI
Trampolino 3 metri uomini - Vera impresa del russo Ilya Zakharov, che riesce a mettersi alle spalle i cinesi con un ultimo tuffo perfetto e l'impressionante punteggio di 104.50. Il punteggio finale per il russo è di 555.90. Una beffa per i favoriti cinesi Qin Kai, argento con 541.75, e Chongh He, bronzo con 524.15.

ATLETICA
Salto in alto uomini - Trionfo di Ivan Ukhov, che arriva fino a 2 metri e 38 in una gara in cui non ha avuto veri rivali. Usciti a 2.29 gli altri favoriti Silnov e Williams, il russo ha avuto vita facile con il sorprendente americano Kynard, argento con 2.33. Bronzo per tre: Barshim (Qatar), Drouin (Canada) e Grabarz (Gran Bretagna), tutti con 2.29.

Lancio del disco uomini - Nuovo successo del due volte campione del mondo e campione europeo Robert Harting: è stata però questione di centimetri se il tedesco ha superato - 68.27 contro 68.18 - l'iraniano Hadadi. Poi l'estone Kanter, bronzo a 68.03.

100 ostacoli donne - Finisce al fotofinish tra Sally Paerson e Dawn Harper: l'australiana trionfa da favorita con un notevole 12"35, davanti all'americana, capace di ritoccare due volte il proprio personale: 12"46 in semifinale e soprattutto 12.37 in finale. Terzo posto e bronzo all'altra statunitense Kellie Wells, 12"48 e anche lei al personale. Quarta Lolo Jones in 12"58, "vittima" di una gara di livello incredibile, specie considerando la temperatura (17°) e la leggera pioggia.

1.500 metri uomini - Clamorosa disfatta keniana nella gara che vedeva grande favorito Asbel Kiprop. Vince invece l'algerino Taoufik Makhloufi in 3'34"08, accompagnato sul podio dallo statunitense Manzano (3'34"79) e dal marocchino Iguider (3'35"13). Kiprop, staccatosi già alla fine del secondo giro, ha terminato addirittura ultimo in 3'43"83.

200 metri donne - Stando al risultato delle semifinali, sarà una sfida a tre tra le americane Allyson Felix (22"31 il suo tempo) e Sanya Richards (22"30) e la giamaicana Campbell-Brown (22"32). Favorita la prima, che ha quasi passeggiato nella sua batteria e può puntare al gran tempo nella finale di domani.

800 metri uomini - David Rudisha in totale controllo ottiene il secondo miglior tempo nelle semifinali, un 1'44"35 in totale scioltezza per il primatista del mondo. Gli avversari dovranno correre per l'argento, che sarà affare tra Aman (suo il miglior crono: 1'44"34), Kaki (1'44"51 in semifinale) e Amos (1'44"54).

Lungo donne - Misure modeste nella qualificazione, complice anche un certo vento contrario. E' la britannica Shara Proctor ad accedere in finale con la miglior misura: 6.83.

110 ostacoli uomini - Le Olimpiadi sono di nuovo 'stregate' per Liu Xiang. Il campione cinese, chiamato a riscattare a Londra la bruciante delusione di Pechino 2008 quando rinunciò poco prima di prendere il via per un problema fisico, è caduto durante la sua batteria ed è stato eliminato. Liu Xiang ha lasciato la pista dello stadio Olimpico toccandosi il tallone destro e zoppicando. Ma prima di andarsene definitivamente è tornato in pista e ha dato un bacio ad un ostacolo, come fosse un saluto alle gare e all'Olimpiade.

200 metri uomini - Al via le qualificazioni, con Usain Bolt che ha vinto la sua batteria quasi passeggiando in 20''39. Qualificato anche Yohan Blake primo nella sua batteria, in 20"38, dopo aver rallentato anche nel finale per evitare inutili sforzi.

CALCIO
Torneo maschile - Sarà finale "latina" tra Messico e Brasile per il torneo olimpico. All'Old Trafford, la Seleçao ha superato senza troppi patemi la Corea del Sud, 3-0 grazie al gol di Romulo al 38' del primo tempo ed alla doppietta di Leandro Damiao al 12' ed al 19' della ripresa. Il giocatore dell'Internacional Porto Alegre è stato poi sostituito al 33' della ripresa dal milanista Alexandre Pato.

Nella finale di sabato 11 agosto, alle 16 italiane, la Selecao olimpica affronterà il Messico, che nel pomeriggio ha battuto il Giappone per 3-1. A Wembley, i centramericani erano passati in svantaggio al 12', per il gol di Yuki Otsu, ma hanno ribaltato il punteggio grazie alle reti di Marco Fabian, al 31', e di Oribe Peralta, al 65'. Nel terzo minuto di recupero, poi, hanno messo al sicuro la gara, con il 3-1, siglato da Javier Cortes.

CICLISMO SU PISTA
Keirin maschile - Non poteva che chiudere così, con il sesto oro di una carriera da signore dei velodromi. "Sir" Chris Hoy vince anche il Keirin e a 36 anni saluta in grande stile, in lacrime sul gradino più alto del podio, nel tripudio del pubblico britannico. Argento al tedesco Levy, bronzo a pari merito all'australiano Van Velthooven e all'olandese Mulder. Il programma della pista olimpica si chiude così con sei ori britannici.

Omnium femminile -
Qualche minuto prima, con la vittoria nell'ultima delle sei prove in programma, era stata la britannica Laura Trott a continuare il monologo britannico al Velodrome vincendo l'omnium con 18 punti. Superata proprio in extremis l'americana Hammer, argento con 19 punti, terza l'australiana Edmonson con 24.

Sprint femminile -
Padroni di casa "gelati" da Anna Meares, che ha sconfitto la beniamina del pubblico, Victoria Pendleton, e si è presa in due sfide la finale dello sprint. Terza la cinese Guo, che ha avuto la meglio della tedesca Vogel.

PALLANUOTO
Torneo femminile - Sarà finale tra Stati Uniti e Spagna. Tiratissime le due semifinali: nella prima, finita 11-9, le americane hanno dovuto attendere l'extra-time per staccare il pass per la gara che assegnerà l'oro. Nell'altra, la Spagna ha dovuto soffrire fino in fondo per evitare la rimonta dell'Ungheria, fino al 10-9 conclusivo. Ungheria e Australia si giocheranno dunque il bronzo.

BEACH VOLLEY
Torneo maschile - I brasiliani Cerutti e Rego hanno piegato 2-0 in semifinale i sorprendenti lettoni Plavins e Smedins. In finale i brasiliani sfideranno i tedeschi Brink e Reckermann che hanno battuto 2-0 gli olandesi Nummerdor e Schuil.

Torneo femminile - Sarà derby statunitense in finale. Da una parte Walsh e May-Treanor - che hanno battuto la coppia cinese Xue/Zhang - e Kessy e Ross dall'altra - 2-1 alle brasiliane Larissa e Juliana.

VOLLEY
Torneo femminile - Va, per una volta, al Giappone il duello asiatico: 3-2 nei quarti per le nipponiche, che ora affronteranno il Brasile, capace di vincere per 3-2 il combattutissimo quarto contro la Russia. Gli Stati Uniti superano invece con facilità la Repubblica Dominicana (3-0 senza storia) e giocheranno contro la Corea che ha battuto l'Italia 3-1.

BASKET
Torneo femminile - Nei quarti di finale, passeggiata per le favorite statunitensi, che hanno superato 91-48 il Canada e sono le prime semifinaliste del torneo olimpico. Incontreranno l'Australia, che ha superato 75-60 la Cina. Nell'altra semifinale, Russia (66 a 63 sulla Turchia) attende la vincente tra Francia e Repubblica Ceca.

PALLAMANO
Torneo femminile - Anche qui quarti di finale: Norvegia batte Brasile 21 a 19 e in semifinale incontrla la Corea del Sud (24-23 alla Russia). La Spagna supera la Croazia 25-22 e incontrerà il Montenegro, che ha sconfitto la Francia 23-22.

BOXE
52 kg uomini - Passano alle semifinali il russo Aloian, il mongolo Nyambayar, l'irlandese Conlan e il cubano Ramirez.

69 kg uomini -
Medaglie sicure per i semifinalisti: l'ucraino Shelestyuk, il britannio Evans, il russo Zamkovoy e il kazako Sapiyev.

GINNASTICA
Parallele uomini - Il ginnasta cinese Feng Zhe ha vinto l'oro olimpico alle parallele. L'argento è andato al tedesco Marcel Nguyen, il bronzo al francese Hamilton Sabot. Feng Zhe, già campione del mondo nel 2010 e vicecampione del mondo nel 2009, aveva vinto l'oro anche nella prova a squadre.

Trave donne - L'oro numero 33 per la Cina, secondo odierno nella ginnastica, viene da Linlin Deng, che ha chiuso la finale della trave con 15.600 punti. Argento all'altra cinese Sui, 15.500, e bronzo alla statunitense Raisman, 15.066. L'americana secondo i voti della giuria sarebbe stata fuori dal podio, ma gli Stati Uniti hanno fatto ricorso e ottenuto una rettifica a favore della loro atleta, scalzando dal terzo posto la romena Catalina Ponor, campionessa olimpica ad Atene 2004.

Sbarra uomini - Vittoria per il 26enne olandese Zonderland, che è riuscito con 16.533 a mettersi alle spalle il tedesco Hambuchen - 16.400 - e i due cinesi Zou - bronzo con 16.366 - e Zhang.

Corpo libero - Esercizio perfetto per la statunitense Raisman, che - dopo il bronzo di qualche minuto prima - è andata ad acciuffare l'oro nel corpo libero, con 15.900. Argento alla romena Ponor, la grande delusa della trave, seconda in 15.200. Terza la russa Mustafina, sul podio per la quarta volta in questi Giochi. Solo quarta Vanessa Ferrari, che aveva chiuso a pari merito con la russa.

TRIATHLON
Gara maschile - E' il britannico Alistair Brownlee, il favorito dei pronostici, a vincere la gara di triathlon maschile. Ha chiuso la sua gara con il tempo di 1h46'25''. Argento allo spagnolo Javier Francisco Gomez Noya (1h46'36''), mentre il bronzo è andato al fratello minore del vincintore, il britannico Jonathan Brownlee (1h46'56'').

NUOTO SINCRONIZZATO
Duo - Oro alle russe Ishcenko-Romashina, che hanno fatto il vuoto con il punteggio totale di 197.100. Seconde, a oltre 4 punti di distanza, le due spagnole: Ona Carbonell e Andrea Fuentes, che hanno preceduto di misura - con 192.900 contro 192.870 - le due cinesi Huang-Liu.

VELA
RS-X uomini - L'olandese Dorian Van Rijsselberge si è laureato campione olimpico di windsurf (RS:X) nelle acque inglesi di Weymouth. La medaglia d'argento è andata al francese Julien Bontemps, mentre il bronzo al britannico Nick Dempsey.

RS-X donne -
L'oro, il primo per la Spagna ai Giochi di Londra, è andato a Marina
Alabau Neira.

TENNISTAVOLO
Torneo femminile a squadre - Finale senza storia e 34esimo oro per la Cina, che supera in 3 partite la squadra giapponese. Bronzo alle atlete di Singapore.

EQUITAZIONE
La Gran Bretagna (Charlotte Dujardin, Laura Bechtolsheimer, Carl Hester) ha vinto la medaglia d'oro olimpica nel dressage a squadre. La Germania ha conquistato la medaglia d'argento e l'Olanda il bronzo. Il successo della squadra di casa interrompe il dominio dei cavalieri tedeschi, che dal 1972 avevano sempre vinto il titolo olimpico. Unica eccezione, l'edizione del 1980, quando la Germania non era presente per il boicottaggio dei Giochi di Mosca.

LOTTA GRECO-ROMANA
66 kg uomini - Il sudcoreano Kim Hyeon-Woo ha vinto la medaglia d'oro nella lotta greco-romana, categoria 66 kg. Argento all'ungherese Tamas Loerincz. Medaglia di bronzo per il francese Steeve Guenot e il georgiano Manuchar Tskhadaia.

96 kg uomini
- Oro all'iraniano Rezaei, che ha sconfitto in finale il russo Totrov. Bronzo allo svedese Lidberg e all'armeno Aleksanyan.

SOLLEVAMENTO PESI
+105 kg uomini - Doppietta iraniana, con Salimikordasiabi che alza 455 kg e supera il connazionale Anoushiravani (449) e il russo Albegov (448).

HOCKEY SU PRATO
Torneo maschile - Olanda-Corea del Sud 4-2, Australia-Pakistan 7-0, Argentina-Sud Africa 6-3, India-Belgio 0-3, Gran Bretagna-Spagna 1-1.

CAMERUN
Sette atleti del Camerun mancano all'appello mentre si trovavano in Gran Bretagna per le Olimpiadi: l'annuncio è stato dato dal governo di Yaounde ma il Cio ha detto di non essere a conoscenza della loro scomparsa. I sette, cinque pugili, una giocatrice della squadra di calcio femminile e un nuotatore, potrebbero aver lasciato per restare in Europa per "motivi economici", ha indicato il ministero dello sport del Camerun. A quanto pare i sette atleti non avrebbero ancora chiesto asilo in Gran Bretagna. In base alle nuove regole per l'ingresso degli atleti olimpici sono liberi di restare nel paese fino a novembre.  

Tutti i siti Sky