Caricamento in corso...
10 agosto 2012

Boxe, bronzo a Mangiacapre nei superleggeri. Medaglia n° 20

print-icon
man

Vincenzo Mangiacapre da Marcianise (a destra), primo bronzo dalla boxe

Il giovane pugile di Marcianise, alla sua prima Olimpiade, è stato battuto in semifinale dal cubano Roniel Sotolongo per 15-8. A caldo manda un saluto al suo paese, che suona come una promessa: "Per adesso dovete accontentarvi di questa medaglia..."

"Ho trovato uno più forte". Vincenzo Mangiacapre, alla sua prima Olimpiade, centra comunque la medaglia di bronzo nel pugilato a Londra 2012, categoria pesi superleggeri (fino a 64 kg). L'azzurro è stato battuto in semifinale dal cubano Roniel Sotolongo per 15-8 con verdetto unanime dei giudici che ne hanno sancito la sconfitta in tutti e tre i round (3-2 nel primo; 7-4 nel secondo; 5-2 nel terzo). Sotolongo in finale affronterà l'ucraino Berinchyk per la medaglia d'oro.

Il pugile italiano, originario di Marcianise e tesserato per il Gruppo Sportivo delle Fiamme Azzurre di Roma è la 20esima medaglia dell'Italia a queste Olimpiadi, la prima che arriva dall'Italboxe.

"Ho dato tutto ma ero stanco, ancora non avevo recuperato dal match precedente. Sono abituato ad avere tra un incontro e l'altro tre giorni di riposo, qui invece avevo combattuto appena l'altro ieri. Oggi ero molto veloce ma per la stanchezza non mi partivano i colpi, sentivo le braccia troppo pesanti". Mangiacapre commenta la semifinale olimpica persa. "Peccato, sono rammaricato - dice ancora il superleggero di Marcianise - perché mi sento il più forte. Credo di essere l'unico pugile che riesce a emozionare il pubblico e a far vedere quali sono i colpi belli. Ma oggi non mi riusciva niente. In fondo la medaglia che tutti si aspettavano da me io l'ho vinta, ma non sono soddisfatto. Comunque spero di essere stato un esempio di determinazione per tutti i ragazzi di Marcianise".

Tutti i siti Sky