Caricamento in corso...
18 gennaio 2014

Snowboard: White vuole il record, Fischnaller per il podio

print-icon
com

Nel ritaglio grande Shaun White, in alto Benjamin Karl, sotto Roland Fischnaller

-20 . L'americano entrerebbe nella storia se vincesse il suo terzo oro di fila . Lo snowboarder azzurro ha buone possibilità di vincere una medaglia, ma dovrà vedersela con il suo rivale Benjamin Karl. Maelle Ricker è pronta a stupire ancora tra le donne

di Luigi Caputo

Tutti contro Shaun White verrebbe da dire. Mica semplice, bisognerebbe aggiungere. Il pluricampione americano non aspetta altro che vincere la sua terza medaglia d’oro di fila alle Olimpiadi (record assoluto) e non sembra che sulla sua strada ci siano grandi ostacoli. Così “The Flying Tomato” (soprannome dovuto alla sua folta chioma rossa) dovrebbe monopolizzare ancora una volta l’attenzione nel half pipe. Nel parallelo i giochi sono meno chiusi. L’italiano Roland Fischnaller (vincitore dell’ultima Coppa del Mondo in slalom parallelo) ha buone possibilità di medaglia, ma dovrà vedersela con Benjamin Karl, sfida tutt’altro che semplice. Tra le donne Isabella Laboeck è una delle favorite nel parallelo, mentre Maelle Ricker cercherà il bis nel cross dopo l’oro di Vancouver.

Shaun White



Ha il viso, e soprattutto i capelli, di una rockstar. Non a caso negli Stati Uniti veste anche i panni dell’attore. Con i due ori conquistati a Torino e Vancouver, Shaun White è diventato una celebrità nel half pipe, disciplina che l’ha reso famoso a livello mondiale. Eppure l’attuale campione a stelle e strisce è nato con una malformazione cardiaca (la Tetralogia di Fallot), malattia che lo costrinse a due interventi a cuore aperto nei suoi primi due anni di vita. Il suo cammino nello sport però non è stato condizionato da questo episodio. Basti pensare che White ha vinto il suo primo oro negli X-Games (uno dei più importanti eventi nello snowboard) all’età di 16 anni. Da quel momento, era il 2003, a oggi è sempre arrivato sul gradino più alto del podio (con l’unica eccezione dell’argento nel 2007).

Roland Fischnaller


A 34 anni cercherà la sua prima consacrazione olimpica. Roland Fischnaller arriva a Sochi da vincitore dell’ultima Coppa del Mondo nello slalom parallelo. In Italia l’atleta trentino è sicuramente uno dei leader nello snowboard. Ai Giochi russi però dovrà riuscire ad andare oltre gli scarsi risultati ottenuti nelle precedenti tre edizioni (il miglior piazzamento è stato un 13esimo posto a Torino 2006).

Benjamin Karl



Agli ultimi Mondiali di Stoneham si è imposto proprio davanti a Fischnaller. Per Benjamin Karl sembra giunto il momento di ottenere il suo primo oro olimpico, dopo l’argento di Vancouver nello slalom gigante parallelo. L’austriaco arriva a Sochi da favorito, in virtù anche delle quattro medaglie d’oro negli ultimi tre Mondiali.

Maelle Ricker



E’ un po’ la trasposizione femminile di Shaun White. Dopo l’oro a Vancouver nel cross, Maelle Ricker è diventata una celebrità in Canada. Anche a Sochi sarà tra le favorite nel campo femminile. La conquista del primo posto, sempre nel cross, agli ultimi Mondiali di Stoneham ne è la prova. A 36 anni questa potrebbe essere la sua ultima occasione per eguagliare il record di White, che dalla sua parte però ha l’età.

Isabella Labock


E' alla sua seconda Olimpiade, ma ci arriva da campionessa nello slalom ai Mondiali di Stoneham. Isabella Labock, in arte "Bella", ha iniziato a praticare lo snowboard a sei anni, spinta dal fratello Dominik, morto poco dopo in un incidente stradale. Dopo il 15esimo posto di Vancouver, la tedesca parte tra le favorite nella sua specialità, sperando di dedicare un'altra medaglia al fratello scomparso.

Tutti i siti Sky