Caricamento in corso...
22 gennaio 2014

Minacce a Italia e Ungheria. Il Cio minimizza: "Un mitomane"

print-icon
soc

Putin dovrà fronteggiare una minaccia concreta a Sochi

-16. Messaggi con minacce terroristiche ai Comitati olimpici dei due Paesi. Il Coni: "Fiducia nelle misure di sicurezza garantite". Il Cio: "Possibile messaggio di un privato". Il direttore tecnico della nazionale di sci alpino: "Olimpiade da prigionieri"

Lettere con minacce terroristiche legate alle Olimpiadi invernali di Sochi sono arrivate nelle sedi dei comitati Olimpici di Italia e Ungheria. La notizia, appresa dall'Ansa, è stata confermata da fonti internazionali. Oltre a Italia e Ungheria, ha ricevuto minacce terroristiche in vista delle Olimpiadi di Sochi del prossimo mese la Slovenia. Anche questa notizia è stata confermata all'Ansa da fonti internazionali.

Il comunicato del Coni - Il Coni comunica di aver ricevuto questa mattina una mail contenente minacce terroristiche in vista dei Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014. A quanto ha appreso il CONI, analoga mail è pervenuta al Cio e ad altri Comitati Olimpici. Il Coni ha trasmesso il contenuto della mail alle Autorità preposte alla sicurezza internazionale per il seguito di competenza. Nello stesso tempo il Comitato Olimpico Nazionale Italiano manifesta fiducia e serenità nelle misure di sicurezza che sono state garantite dagli Organizzatori al Cio, alle Federazioni Internazionali e ai Comitati Olimpici.

Ravetto, dt della nazionale di sci - "Ci sarà un controllo enorme. Vivremo in pratica chiusi nel nostro villaggio, in quota, vicino alle piste. Insomma, sarà un'Olimpiade da prigionieri, ma ce l'aspettavamo". Cosi' il direttore tecnico della nazionale maschile di sci alpino, Claudio Ravetto, commenta l'accaduto all'Ansa.

Ungheria: "Saremo alle Olimpiadi"
- Il comitato olimpico ungherese dopo aver confermato di aver ricevuto "serie" minacce terroristiche a tre settimane dalla cerimonia inaugurale delle Olimpiadi di Sochi ha comunque confermato la partecipazione ai Giochi. "Ovviamente non spetta al comitato ungherese stabilire la gravità del gesto, ma non salteremo le Olimpiadi".

Il Cio: "Probabile messaggio di un privato" - Il Comitato olimpico internazionale (Cio) ha confermato che alcuni comitati olimpici nazionali hanno ricevuto un messaggio elettronico che potrebbe far pensare a rischi di attentati terroristici, ma esprime prudenza. "Il messaggio è stato effettivamente trasmesso", ma si ritiene che "non si tratta di una minaccia terroristica ma di un messaggio aleatorio mandato da un privato", ha dichiarato all'Ansa da Losanna Emmanuelle Moreau, capo dell'ufficio stampa del Comitato internazionale olimpico. "Ogni credibile informazione è trasmessa ai servizi di sicurezza pertinenti", ha aggiunto.

La portavoce riconosce che uno strano messaggio "è stato mandato al comitato olimpico ungherese ed è stato ricevuto da diversi altri comitati nazionali olimpici, di cui non possiamo svelare i nomi". Il Cio ricorda che la sicurezza rappresenta un tema estremamente importante, tuttavia, aggiunge Moreau, "in questo caso sembra molto probabile che l'email mandata a diversi comitati non contenga minacce. Si tratta molto probabilmente di un messaggio aleatorio mandato da un privato".

Tutti i siti Sky