Caricamento in corso...
05 febbraio 2014

Adrenalina e resistenza: Pittin e i segreti della combinata

print-icon

-2. A Vancouver fu subito medaglia di bronzo. Ora Alessandro Pittin, principe azzurro della disciplina che unisce salto e sci di fondo, a Sochi vuole ripetersi: "Velocità in volo e potenza sugli sci: in gara, prima del traguardo, non sento la fatica"

Forte nel salto, più forte nello sci di fondo. La combinata nordica "richiede un allenamento 50 e 50", in entrambe le discipline. Nessuno lo sa meglio di Alessandro Pittin, classe '90, il primo italiano nella storia a portare al Paese una medaglia olimpica in questo sport, a Vancouver nel 2010. Allora fu bronzo, quest'anno la speranza è almeno di ripetere l'exploit canadese. Non sarà facile avvicinare il tedesco Franzel, vero fenomeno della combinata. Ma Pittin è ancora uno degli azzurri accreditati per una medaglia.

Tutti i siti Sky