Caricamento in corso...
21 febbraio 2014

Positivo al doping William Frullani, azzurro del bob a 4

print-icon
bob

Il bob a quattro italiano a Sochi è al centro di un caso di doping (Getty)

Dopo la tedesca Evi Sachenbacher-Stehle (biathlon, VIDEO) e l'azzurro (incappato nella positività a causa di un integratore acquistato negli Usa sul web), l'ucraina Marina Lisogor diventa ufficialmente il terzo caso di doping a Sochi

C'è anche un bobbista italiano (bob a 4) tra i positivi al doping ai Giochi di Sochi, oltre a una sciatrice ucraina e a una biathleta tedesca. Lo riferisce per primo il sito russo Allsportinform.ru citando fonti del Cio, secondo cui le rispettive delegazioni olimpiche nazionali sono già state informate. E infatti anche il Coni lo comunica sul suo sito. Si tratta di William Frullani. L'atleta ha chiesto le controanalisi che sono state effettuate oggi pomeriggio e che hanno confermato la positività, determinando la sua esclusione dalla delegazione italiana.

Il Coni, per definire la composizione della squadra di bob a 4 della quale Frullani faceva parte, ha chiesto la sostituzione dell'atleta con la riserva Samuele Romanini e ha ricevuto il nulla osta del Cio. Frullani è stato trovato positivo al dymetylpentylamine durante un controllo al villaggio olimpico il 18 febbraio scorso e giovedì sera l'atleta ha chiesto la controanalisi, conclusa con esito positivo.

William Frullani, escluso subito dal Coni dalla squadra azzurra, sarebbe incappato nella positività a causa di un integratore acquistato negli Usa via internet, secondo quanto si è appreso al villaggio olimpico. Si tratta di uno stimolante specificato della categoria S6, che non comporta sanzioni pesanti e potrebbe portare a una nota di biasimo. Frullani, 35 anni, gareggia per l'Arma dei carabinieri.

Tutti i siti Sky