Caricamento in corso...
30 maggio 2017

Juventus – Real Madrid: quote e statistiche della finale di Champions League

print-icon
Juventus vs Real Madrid

È partito il conto alla rovescia per la finale di Champions League. Sabato alle 20:45 la Juventus affronta il Real Madrid per centrare il triplete e un titolo che manca da 21 anni. Statistiche, precedenti e le migliori quote per scommettere sul match

JUVE-REAL, LA DIRETTA LIVE DELLA FINALE

La Juventus di Allegri sfida i campioni in carica del Real Madrid, che puntano a confermarsi per la prima volta nella storia della Champions. Nessuno è ancora riuscito a vincere due volte consecutive. Ci ha provato il Manchester United nel 2009, ma si è dovuto arrendere al Barcellona perdendo 2-0.

Bianconeri e blancos sono già stati finalisti negli ultimi anni, e a Cardiff raggiungono il record del Milan disputando la sesta finale di Champions League. Per il Madrid si tratta della terza finale in quattro anni, dopo aver battuto due volte l’Atletico Madrid nelle edizioni 2014 e 2016. La Juventus ha invece perso nel 2015 contro il Barcellona (3-1). Quella di Cardiff sarà la quarta finale di Champions tra club italiani e spagnoli, la sfida più frequente nel torneo. Italia e Spagna sono le due nazioni che vantano più partecipazioni nelle finali di Coppa dei Campioni, 27 ciascuna senza considerare quella di quest’anno. Il bilancio iberico è di 16 vittorie, mentre quello italiano si ferma a 12.

Focus sul Real Madrid

Il Real si appresta a giocare la sua ventinovesima finale europea. Il club di Madrid ha vinto 11 delle 14 finali di Coppa dei Campioni/Champions League disputate. Se guardiamo alla sola Champions, gli spagnoli hanno vinto 5 finali su 5, un record nella competizione. Segnando un gol, la squadra diventerebbe anche la prima ad aver realizzato 500 reti in Champions, una marcatura che è quota 1.33 (Segna Goal Squadra Ospite, sì).

Nella semifinale di ritorno contro l’Atletico, persa 2-1, la squadra di Zidane ha subito la sua prima sconfitta in questa edizione della competizione. Le Merengues avevano infatti vinto tutti i 5 match della fase a eliminazione diretta. Dopo essere stato eliminato dalla Juventus nella semifinale del 2015, il Real ha sempre vinto contro le altre avversarie italiane. L’ultimo successo è quello agli ottavi di quest’anno contro il Napoli, battuto 3-1 in entrambe le gare.

Focus sulla Juventus

Pur avendo trionfato in due occasioni (1985 e 1996), la Juventus è uscita sconfitta da 6 finali tra Coppa dei Campioni e Champions, nessuna squadra ne ha perse di più. Nello specifico il club di Torino ha perso tutte le ultime quattro finali giocate (1997, 1998, 2003, 2015).

Con 9 vittorie e 3 pareggi, i bianconeri arrivano all’appuntamento di Cardiff ancora imbattuti nella competizione, e puntano a diventare il settimo club ad alzare la coppa senza aver subito sconfitte, l’ultimo è stato il Manchester United nel 2008. Quello nella semifinale di ritorno contro il Monaco, è stato il primo gol incassato dai bianconeri nelle 6 partite a eliminazione diretta. La porta di Buffon è rimasta inviolata per 690 minuti in Champions, la seconda striscia più lunga dopo i 995 minuti dell’Arsenal nel 2005/06.

Juventus – Real Madrid: precedenti in perfetto equilibrio

A Cardiff i bianconeri cercheranno la rivincita della finale di Amsterdam 1998, vinta 1-0 (oggi 7.50) dal Real grazie alla rete di Mijatović. Nella Juventus militava allora Zinédine Zidane, oggi tecnico dei blancos. I due club si sono affrontati 18 volte nella loro storia, sempre in Champions League, e il bilancio è estremamente equilibrato: 8 vittorie per parte e 2 pareggi. La Signora non perde da 3 gare contro le Merengues (1 vittoria e 2 pareggi), vale a dire dal 2-1 al Bernabéu nei giorni 2013/14, l’unico k.o. nei 7 scontri diretti più recenti (4 vittorie e 2 pari). L’ultimo incrocio tra Juve e Real risale alle semifinali 2014/15, superate dai bianconeri con un punteggio complessivo di 3-2. Gli uomini di Allegri in quell’occasione hanno vinto 2-1 l’andata in casa, grazie alle reti dell’ex Morata (ora di nuovo al Real) e di Carlos Tevez, per poi pareggiare 1-1 al Bernabeu sempre con Morata.

Le quote riflettono lo stesso equilibrio dei precedenti, con la vittoria del Real leggermente favorita a 2.60 contro il 2.80 del successo bianconero. Tre delle ultime cinque finali di Champions League sono andate ai supplementari, incluse le due che hanno richiesto i rigori. Il pareggio è dato a 3.00. I bookmaker prevedono un risultato ancora in bilico dopo i primi 45 minuti, con l’X avanti a 2.00, mentre sul fronte del parziale/finale c’è sostanziale parità tra l’X/X e il 2/2, entrambi a 4.33.

Le quote dei gol

In Juventus – Real Madrid si affrontano la migliore difesa e il miglior attacco della competizione. La retroguardia bianconera ha incassato appena 3 gol in 12 partite, segnandone 21 (una media di 1.75 a match). Il reparto avanzato dei blancos è invece andato in rete 32 volte, segnando in tutte le partite (una media di 2.67 a gara) e subendo 17 gol. Le quote prefigurano una partita tattica e povera di reti, con l’Under 2.5 a 1.66 contro il 2.15 dell’Over 2.5. La situazione è invece più equilibrata sul fronte delle scommesse Goal/No Goal, con entrambe le opzioni fissate a 1.80. Il primo gol dei Real è leggermente favorito a quota 2.00, mentre una prima marcatura bianconera paga 2.10.  

Curiosità e quote sui giocatori

Se la Juventus dovesse vincere la Champions, il capitano Gianluigi Buffon sarebbe il giocatore più anziano ad aver vinto la competizione, a 39 anni e 126 giorni. Una prestazione del portiere bianconero senza incassare reti è data a 3.00 (Segna Goal Squadra Ospite, no), mentre un successo della Juve a rete inviolata sale a 4.60 (Squadra Casa Vince a 0, sì).

Cristiano Ronaldo ha violato la rete di Buffon tutte le quattro volte che lo ha sfidato, segnando in totale 5 gol. Il portoghese è alla sua quinta finale ed è andato in doppia cifra in tutte le ultime 6 edizioni del torneo, impresa che non è riuscita a nessun altro calciatore per più di due anni di fila. La marcatura di CR7 nella finale di Cardiff è a quota 2.20, mentre quella dell’ex bianconero Morata è a 2.88.

I marcatori più probabili sul fronte bianconero sono Higuaín (2.50) e Dybala (3.20), seguiti da Mandžukic a

3.60. Il Pipita ha realizzato 4 reti in 26 gare nella fase a eliminazione diretta della Champions League, e 13 nelle 38 presenze ai gironi. In questa edizione è andato a segno 5 volte, offrendo la sua prestazione migliore.

Dani Alves è a quota 99 presenze in Champions League e nella finale potrebbe arrivare a 100. La marcatura nella centesima partita paga 7.00 volte la giocata. Il calciatore brasiliano ha segnato più gol (10) e offerto più assist (25) di ogni altro esterno difensivo nella competizione.

Sami Khedira ha vinto la Champions con la maglia del Real nel 2014, un suo gol contro gli ex compagni è fissato a 4.50.

Video

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Tutti i siti Sky