02 settembre 2008

Alberto Gilardino e il suo violino

print-icon
gil

Lanciato dal Parma, rallentato dal Milan riesploso con la Fiorentina. Storia di un bomber da record

E' stato eletto MVP della partita contro la Juve e con la sua ottima prestazione e il rapporto qualità/prezzo si è dimostrato uno dei migliori affari della prima giornata di Fantascudetto, è Alberto Gilardino il bomber viola che, atteso per il riscatto al Franchi non ha deluso le aspettative e con un gran gol ha riacciuffato la Juve nel finale di gara.

Alberto Gilardino è nato a Biella il 5 luglio1982, giocatore dotato di una buona tecnica, ha come punto di forza la capacità di posizionamento e il senso del gol nonchè una innata capacità nella difesa del pallone in area di rigore. Residente dalla nascita a Cossato, in provincia di Biella, inizia a giocare con la Cossatese, la squadra del paese dove vive. Scoperto dal Piacenza, è cresciuto nelle sue squadre giovanili, fino ad esordire in Serie A a 17 anni, il 6 gennaio 2000 in Piacenza-Milan.La sua consacrazione nel mondo del grande calcio però arriva nel 2002, fortemente voluto dall'allenatore del Parma Cesare Prandelli, segna nella sua seconda stagione tra i crociati ben 23 reti arrivando secondo assoluto nella classifica dei marcatori del massimo campionato italiano. L'anno dopo il "Gila" non stecca e segna ancora ben 24 reti in campionato. Il 17 luglio 2005 Gilardino è il pezzo più pregiato del mercato e diventa un giocatore del Milan, che lo acquista per 24 milioni di euro. Con il Milan nella stagione 2005/2006 segna 17 reti in 34 presenze in Serie A ma non riesce ad andare a segno in Champions League. Si sbloccherà l'anno dopo contro l'Anderlecht ma negli anni successivi il suo rendimento diventa meno costante i gol non arrivano più a vagonate come ai tempi del Parma. Il 24 maggio 2008 il ds della Fiorentina Pantaleo Corvino annuncia ufficiosamente il suo passaggio in maglia viola, durante un intervento telefonico a una trasmissione calcistica e in breve il violino del biellese torna a suonare questa volta per i viola, alla corte di sua maestà Prandelli.
Con la Nazionale ha vinto l'Europeo Under-21 nel 2004, disputando nell'agosto successivo anche le Olimpiadi di Atene. Con la Nazionale maggiore esordisce nel 2004 nel 2-1 alla Norvegia, gara valida per le qualificazioni ai Mondiali 2006, e con cui si è laureato campione del mondo a Germania 2006.

Tutti i siti Sky