28 ottobre 2008

Nba, stanotte sul parquet i Signori dell'Anello

print-icon
Oba

Barack Obama, candidato democratico alla presidenza Usa, è il primo tifoso d'America

Via al campionato a stelle & strisce. La consegna degli anelli ai campioni 2008 sarà l'unica certezza, perché replicare un'annata così sarà difficile per Boston. Un certo LeBron vuole rovinare la festa ai Celtics

Ricominicamo da quel parquet, baciato e carezzato con venerazione da Kevin Garnett al termine di gara 6, quel parquet che ha fatto tornare grande Boston, quel parquet che ha inflitto ai tifosi dei Celtics 22 anni di digiuno, prima di farli tornare a riassaporare la dolcezza di un titolo NBA.

Grande Boston, capace prima di uccidere la stagione regolare con numeri da record e poi di azzannare le Finali, pennellata conclusiva di un 2008 capolavoro. Quell'epilogo perfetto sembrava scritto già in partenza, ma la messa in scena appariva comunque proibitiva, troppo ambiziosa. La grinta, la classe, il sudore dei Celtics hanno zittito tutti ed ecco che all'apertura della nuova stagione torniamo a Boston.

La consegna degli anelli sarà l'unica certezza, perché replicare un'annata così sarà difficile. Quasi simbolicamente, la gara che dà il via al campionato più bello del mondo, Boston se la gioca contro i Cleveland Cavaliers, la squadra di LeBron James, un Re ancora senza trono. E per intuire quanto sarà tortuosa la strada dei Celtics verso il secondo titolo consecutivo guardate gli occhi di LeBron James che fissano avidamente quegli anelli. Lì troverete la risposta. Lì avrete un'anteprima della nuova stagione.

Tutti i siti Sky