18 novembre 2008

Spurs e Jazz in ripresa, Phoenix e O'Neal in crisi

print-icon
san

San Antonio continua la risalita e vince la seconda partita consecutiva battendo con una tripla allo scadere i Los Angeles Clippers. Nella sfida più interessante di giornata Utah supera i Suns di un irriconoscibile O'Neal stoppato due volte da Kirilenko

I San Antonio Spurs continuano la loro risalita. Dopo il successo di ieri, la squadra texana ha espugnato il campo dei Los Angeles Clippers con un decisivo tiro da tre punti di Roger Mason a 8’’4 dalla fine della partita, poi Baron Davis fallisce la tripla del pareggio allo scadere. La guardia di Popovich è stato il miglior marcatore della partita con 21 punti, mentre Tim Duncan ha dato il suo solito contributo molto solido (20 punti e 15 rimbalzi). Dall’altra parte delude Davis, con un terrificante 0/8 da 3 punti.

Gli Houston Rockets superano abbastanza facilmente Oklahoma City ma si spaventano per Tracy McGrady. La stella dei texani si è infortunato al ginocchio sinistro, quello operato nel corso dell’estate, nel primo minuto del secondo tempo e non ha più fatto ritorno in campo. La partita è stata decisa da un parziale di 14-3 all’inizio del terzo quarto con la coppia Scola (23 punti)-Yao Ming (19 e 12 rimbalzi).

Tornano alla vittoria gli Utah Jazz, dopo tre sconfitte consecutive. La squadra di Salt Lake City batte i Phoenix Suns con un parziale di 17-2 tra il terzo ed il quarto periodo e dominando a rimbalzo (47-26). Boozer ne mette 21 con 15 rimbalzi, mentre Kirilenko segna 19 punti e stoppa due volte Shaq nel momento decisivo del confronto. Non basta Stoudamire (30 e 8) a Phoenix, con un O’Neal deludente.

Tutti i siti Sky