02 dicembre 2008

Belinelli fa lo spettatore, Golden State inciampa su Miami

print-icon
war

Un momento della sfida tra i Golden State Warriors e Miami Heat

Spettacolo a Oakland, dove i Miami Heat si sono imposti 130-129 dopo un overtime sui Warriors, grazie al tiro libero segnato allo scadere da Michael Beasley. Charlotte batte Minnesota, Boston vince contro gli Orlando Magic

COMMENTA SUL NOSTRO FORUM

Nona vittoria consecutiva per i Boston Celtics nel campionato Nba. Con 24 punti di Paul Pierce (17 nel terzo quarto i detentori del titolo hanno battuto 107-88 gli Orlando Magic nella sfida tra le due squadre col miglior rendimento della Eastern Conference. Per i Celtics anche 21 punti di Ray Allen e 16 di Rajon Rondo, autore anche di 12 assist. A Orlando, che i ferma dopo quattro vittorie di fila e sei consecutive in trasferta, non sono bastati i 30 punti di Rashard Lewis. Spettacolo a Oakland, dove i Miami Heat si sono imposti 130-129 dopo un overtime sui padroni di casa di Golden State, grazie al tiro libero segnato allo scadere da Michael Beasley. I Warriors, con Marco Belinelli rimasto in panchina per l'intera partita, incassano la settima sconfitta casalinga consecutiva. A Charlotte, infine, i Bobcats hanno sconfitto 100-90 Minnesota con 25 punti di Jason Richardson, protagonista di un'altra bella prestazione al ritorno dall'operazione al ginocchio. Per i Timberwolves, oltre alla sconfitta, anche un'altra brutta tegola: l'infortunio di Corey Brewer, miglior difensore della squadra, che rimarrà fuori per l'intera stagione a causa della rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro.

Questo il riepilogo dei risultati:
Charlotte  Bobcats - Minnesota Timberwolves 100-90;
Boston Celtics - Orlando Magic 107-88;
Golden State Warriors - Miami Heat 129-130 (dopo un overtime).

Tutti i siti Sky