20 dicembre 2008

Belinelli c'è, i Warriors no. Ko anche i Raptors del "Mago"

print-icon
bel

Ancora una buona prova di Marco Belinelli, ma i suoi 27 punti non bastano ai Warriors per avere ragione degli Atlante Hawks

NBA. Ancora una buona prova del bolognese, ma 27 punti non bastano ai Golden States per fermare gli Atlanta Hawks. Cadono anche i Raptors di Bargnani sul parquet degli Oklahoma Thunder. Continua la marcia trionfale di Boston

INTREVIENI NEL FORUM

Ancora una buona prestazione per Belinelli in Nba. Il bolognese ha ottenuto la sua miglior prestazione nel campionato statunitense mettendo a segno 27 punti in 42'24" di gioco, chiudendo con 11/21 dal campo (3/10 da 3 punti), 3 rimbalzi, 6 assist, 2 palle rubate e 1 stoppata. Numeri che non sono bastati però ai Golden State Warriors per evitare la sconfitta per 115-99 sul campo degli Atlanta Hawks. Giornata negativa anche per i Toronto Raptors di Andrea Bargnani, sconfitti 91-83 sul parquet degli Oklahoma Thunder. Il "mago" ha realizzato 16 punti in 28'51" con 6/16 al tiro (1/5 da 3 punti), 5 rimbalzi, 1 assist e 1 stoppata.

I Boston Celtics non si fermano. I campioni NBA battono 126-108 i Chicago Bulls e centrano la 17a  vittoria consecutiva in uno strepitoso avvio di stagione. La formazione di coach Don Rivers è ad un passo dal primato della  franchigia: se domenica dovessero battere i New York Knicks, i  detentori del titolo eguaglierebbero la striscia di 18 successi di  fila inanellati dai Celtics edizione 1981-1982. Boston ha la possibilità di aggiornare anche altri primati. Solo altre due  squadre, i Philadelphia 76ers del 1966-1967 e i New York Knicks del 1969-1970, sono riuscite ad aggiudicarsi 26 delle prime 28 gare disputate.

Tutti i siti Sky