02 gennaio 2009

Gallinari quasi pronto, l'Nba sarà tri...colore

print-icon
dan

Danilo Gallinari potrà tornare sul parquet nel giro di un mese e completare, finalmente, il trio di italiani nell'Nba

Insieme a Bargnani e Belinelli potrebbe presto completare il trio italiano nella lega statunitense. L'infortunio alla schiena è in via di guarigione: primo allenamento con la squadra e rientro previsto nel giro di tre settimane

Ha festeggiato il capodanno a Times Square, nel cuore di New York, Danilo Gallinari, che, dopo essere tornato ad allenarsi, per il nuovo anno pianifica un rientro sul parquet in tempi rapidissimi. Per il 2009 c'è chi punta al back to back, al secondo titolo NBA consecutivo. C'è chi spera che questo sia l'anno buono per diventare Mvp della Lega. Chi vuole trovare continuità e chi si augura che la panchina sia definitivamente un ricordo. E chi sogna, solo e semplicemente, di tornare a giocare. "Mi sto allenando con la squadra, mi sto riprendendo abbastanza bene definitivamente dall'infortunio, quindi sono abbastanza fiducioso nell'evitare l'operazione", ha spiegato la scelta dei Knicks.

Cosa che avrebbe complicato irreparabilmente una prima stagione Nba mai decollata. Invece, dopo cinque mesi passati a cercare la terapia adatta al suo problema alla schiena, finalmente è arrivata la soluzione giusta anche grazie all'aiuto dell'ex fisioterapista del Chelsea Dave Hancock. Tornare sul parquet, nell'ultimo allenamento dei Knicks del 2008, è stato un piacere: "Feeling molto buono, nel senso che comunque in queste cinque settimane di recupero e terapia, con il nuovo preparatore che la squadra ha preso, sono migliorato moltissimo, sto bene, mi sento bene in campo e la fiducia e la confidenza col campo sta crescendo - tanto che il rientro adesso non sembra più un miraggio - Le previsioni sono da oggi tre settimane. Tra tre settimane dovrei essere pronto a far parte della squadra anche al Madison Squadre Garden".

Per precauzione, facciamo anche quattro settimane. L'importante sarà essere in campo a febbraio, che per New York si aprirà con tre sfide stellari: Los Angeles Lakers, Cleveland Cavaliers e Boston Celtics, e poi ancora una doppia sfida contro i Toronto Raptors di Andrea Bargnani e una trasferta a Oakland, San Francisco, per incontrare i Golden State Warriors di Marco Belinelli. "Ero sicurissimo che il Beli una volta in campo avrebbe fatto benissimo perché lo conoscevo bene - ha spiegato Gallinari - sapevo cos'era in grado di fare e sapevo anche che sarebbe rientrato e dandogli la possibilità di giocare sarebbe stato in grado di fare la differenza, è quello che sta facendo e sono contento per lui".

Insomma teniamo le dita incorciate perché fra un mese, forse, potremo goderci, finalmente, un campionato Nba con tre italiani in campo

Tutti i siti Sky