09 gennaio 2009

Gli Spurs stoppano i Clippers. I Mavs mandano ko i Knicks

print-icon
dun

Tim Duncan stoppa alla sua maniera Jason Hart

San Antonio travolge, senza particolari difficoltà, la seconda squadra di Los Angeles 106-84. Nowitzki gioca male ma Dallas riesce a battere lo stesso New York. Stanotte su SKY Sport grande spettacolo a partire dalle 2.00: c'è Cleveland contro Boston

Per battere i Clippers, la squadra meno blasonata di Los Angeles, a San Antonio è bastato sfruttare gli ampi spazi lasciati dalla difesa avversaria. Che si è concentrata sotto canestro, lasciando metri di libertà a Finley, Parker e Mason. La partita tra Spurs e Clippers si è decisa così, negli ultimi dodici minuti, visto che fino all'ultima pausa le due squadre erano separate da sei soli punti. Senza Baron Davis, a Los Angeles sono rimasti soltanto i 21 punti di Al Thornton ed Eric Gordon, pochi rispetto alla solita prova di squadra di San Antonio, che ha infilato il quarto successo consecutivo vincendo 106-84.

Anche la sfida tra Dallas e New York si è risolta negli ultimi minuti di gioco. Complice la pessima prestazione di Nowitzki (dieci punti ma solo tre realizzazioni dal campo su tredici tentativi), è stato Jason Kidd a preferire, per una volta, il tiro agli assist. Le sue conclusioni dalla lunga distanza hanno permesso ai Mavericks di tornare in partita nel terzo quarto, mentre dall'altra parte New York ha gettato al vento tutto il vantaggio nell'ultimo parziale, con una percentuale al tiro scesa addirittura al 25%. Perfetto per tre quarti di gara, Chris Duhon non è stato altrettanto brillante nello scorcio decisivo di partita, ed è stata la tripla di Jason Terry a mettere il sigillo sulla ventiduesima vittoria stagionale dei Mavericks. 99-94 il finale.

Un anticipo della probabile finale della Eastern Conference, un nuovo test per capire quanto possano essere realistiche le speranze di titolo di Cleveland, e quanto grave la crisi di Boston. Cavaliers contro Celtics, a partire dalle 2.00 in diretta su Sky Sport 2, con commento di Flavio Tranquillo e Federico Buffa, una partita accesa dallo scontro fra Lebron James e i Big Three di Boston. Stanotte, però, si giocheranno altre undici partite. Fermo Marco Belinelli e i suoi Golden State Warriors, impegnati sabato contro Portland, toccherà ad Andrea Bargnani scendere sul parquet, nel match che metterà di fronte Toronto e Memphis.

Tutti i siti Sky