22 gennaio 2009

Allenamento troppo pesante: coach accusato di omicidio

print-icon
all

David Jason Stinson durante un momento di raccogliemento per la morte del giovane giocatore Max Gilpin

Un allenatore di football americano di una squadra di college del Kentucky è stato formalmente accusato di omicidio colposo per la morte di uno dei suoi atleti, stroncato dalla fatica durante una seduta di allenamento nell'agosto scorso

Un allenatore di football americano di una squadra di college del Kentucky è stato formalmente accusato di omicidio colposo per la morte di uno dei suoi atleti, stroncato dalla fatica durante una seduta di allenamento nell'agosto scorso. Secondo l'accusa, l'allenamento è stato condotto "in modo irragionevolmente pesante" e per questo la morte del ragazzo è da imputare direttamente al suo allenatore, seppur a titolo "involontario".

Il procuratore della Jefferson County Commonwealth di Louisville, in Kentucky, Dave Stengel, ha riferito che il Gran giurì del Pleasure Ridge Park football team ha formalmente accusato oggi il tecnico David Jason Stinson di omicidio colposo per "comportamento irresponsabile". Il giocatore, Max Gilpin, 20 anni, crollò durante l'allenamento nell'agosto scorso. Fu portato immediatamente in ospedale, ma morì tre giorni dopo.

Tutti i siti Sky