30 gennaio 2009

Superbowl, ancora attacco contro difesa. Obama tifa Steelers

print-icon
sup

A Tampa in Florida, i favoritissimi Pittsburgh Steelers nella notte tra domenica e lunedì affronteranno la cenerentola Arizona Cardinals nella finale del campionato NFL. Bruce Springsteen sarà la star nello spettacolo dell'intervallo. GUARDA IL VIDEO

di Marcello Barisione

Mancano poche ore e poi sarà il momento della verità. Alle 6:28 ora di Tampa il “kickoff” sommerso dai flash degli 80.000 del Raymond James Stadium aprirà le danze del grande ballo numero 35. Pittsburgh Steelers contro Arizona Cardinals, ovvero favoriti contro “underdog” o se preferite affermati contro debuttanti. I Pittsburgh Steelers alla loro settima apparizione nella finalissima del campionato NFL cercheranno per la prima volta nella storia di aggiudicarsi il sesto sigillo assoluto mentre dopo una storia priva di affermazioni e ricca di delusioni i Cardinals arrivano per la prima volta alla ribalta dell’America’s Game.

Inframezzato dallo spettacolo dell’intervallo di un altro esordiente di lusso, ovvero del Boss, Bruce Springsteen, il Superbowl di Tampa come ogni finale NFL che si rispetti è ricco di spunti e chiavi di lettura per una partita che comunque entrerà nella storia. Pittsburgh e Arizona infatti, oltre a rispecchiare il pieno i canoni della sfida sportiva americana tra favoriti e sorpresa, si giocheranno in Florida una sfida nella sfida fatta di due mentalità di intendere il gioco praticamente all’antitesi: una votata all'attacco e l'altra alla difesa.

Spumeggianti e creativi in attacco, i cardellini hanno fatto fuori con la loro foga offensiva squadroni come Atlanta Falcons e Philadelphia Eagles dopo una regular season costellata di grandi vittorie ma nache di imbarazzanti sconfitte dovute ad una difesa scricchiolante. “L’attacco vende i biglietti ma è la difesa che vince le partite” recita un vecchio adagio del mondo del Football e questa sembra invece essere proprio la mentalità degli Steelers, solidi e compatti in ogni reparto, ma soprattutto cinici e spietati in difesa. Riuscirà l’impresa al genio dei lanci e del gioco aereo, il quarterback Kurt Warner? Oppure ad imporsi sarà la migliore difesa di tutta la NFL, guidata dalla grinta di Troy Polamalu, maori rubato al rugby capace da solo di stendere i Ravens nella finale di Conference di due settimane fa?

Detto di Warner e del suo braccio bionico i Cardinals dovranno giocare al meglio ogni down cercando in ogni situazione di sorprendere i giganti dell’est puntando sulle ricezioni di Fitzgerald e sulle invenzioni di Boldin per muovere il pallone in avanti trovando magari qualche spunto anche dal gioco di corsa che contro la barriera che erigeranno gli Steelers di certo faticherà a trovare yards a disposizione. Dal canto loro proprio gli Steelers sospinti dal calore del tifo più caldo della lega avranno a disposizione un Quarteback di tutto rispetto: Ben Roethilsberger. “Big Ben” è stato il più giovane QB a vincere un superbowl nel 2005 dopo una stagione magica e proprio Roethilsberger, quando ha tempo di lanciare può essere davvero devastante soprattutto contro gli impauriti cardellini. Proprio dalla linea di attacco però arriva uno dei segnali di allarme per i favoritssimi: la difesa di Arzona dovrà puntare tutto sulla pressione offensiva visto che l’allenatore Ken Whisenhunt, è stato proprio nel 2005 il coordinatore dell’attacco degli Steelers e quindi c’è da aspettarsi cercherà di preparare per il suo ex pupillo qualche brutta sopresa.

Comunque andrà qualcuno entrerà nella storia dalla porta giusta perchè ancora una volta la storia del Superbowl si arricchirà di spunti e di leggende da tramandare. Dopo la favola del brutto anatroccolo divenuto cigno Ely Manning, che lo scorso anno portò al successo i disastrati Giants contro gli imbattibili Patriots, davanti a 250 milioni di spettatori Pittsburgh cercherà di diventare la squadra più vincente di sempre ma quest'anno i cardellini ha già lasciato sulla loro strada Aquile, Falchi e tanti altri volatili che sulla carta erano più forti...

Tutti i siti Sky