31 gennaio 2009

Un buon Bargnani non basta a Toronto. Vince Golden State

print-icon
cel

Boston Celtics vs Detroit Pistons

L'italiano mette a segno 16 punti che non evitano la sconfitta ai Raptors per 96-85 contro Milwaukee. Belinelli, ancora fuori per infortunio, vede i compagni superare 91-87 New Orleans. Boston e Cleveland insuperabili

Con Andrea Bargnani schierato come centro nel quintetto titolare ed autore di 16 punti, i Toronto Raptors sono stati sconfitti in casa questa notte per 96-85 dai Milwaukee Bucks in un match della regular season di NBA. L'italiano, rimasto in campo per complessivi 32'26", ha messo assieme anche 4 rimbalzi, ma ha perduto 2 palloni e incassato una stoppata. Miglior uomo del match è stato Charlie Villanueva con 26 punti e 13 rimbalzi per i Bucks, alla prima vittoria da quando Michael Redd è stato costretto a chiudere in anticipo la sua stagione per un infortunio al ginocchio. Sempre per Milwaukee, 17 punti di Richard Jefferson e 13 di Andrew Bogut, tornato in campo dopo avere saltato due gare (perse tutte e due) per problemi alla schiena.

E senza l'infortunato Marco Belinelli, i Golden state Warriors sono invece passati per 91-87 sul parquet di New Orleans, con Corey Maggette autore di 12 dei suoi16 punti complessivi negli ultimi 6'. Determinante anche la bomba sganciata da Jamal Crawford a 15" dalla fine dopo che Peja Stojakovic aveva riportato New Orleans sul -3 solo 12" prima.

Decima vittoria di fila (per la seconda volta in stagione) poi per i Boston Celtics, passati per 86-78 a Detroit con 22 punti di Kevin Garnett, 20 di Paul Pierce e 14 di Ray allen. L'ultima volta che i Celtics erano riusciti a mettere assieme dieci vittoria di fila per due volte in una stagione era stato nel 1985-86, chiusa poi con la vittoria dell'anello. I Celtics sono ora la miglior squadra della lega con 39 vittorie e 9 sconfitte. Per i Pistons, 19 punti di Allen Iverson, che ha superato Charles Barkley al sedicesimo posto nella classifica dei giocatori più prolifici all time.

Tornato in campo dopo l'infortunio alla mano destra, Carmelo Anthony ha invece trascinato con 19 punti (5/12 dal campo e 9/11 ai liberi) i suoi Denver Nuggets alla vittoria 110-99 contro Charlotte e al comando della Northwest Division con due partite di vantaggio su Portland. Nella battaglie dei "bomber", Atlanta ha piegato per 105-88 i New Jersey Nets (all'ottava sconfitta nelle ultime nove partite giocate) con 29 punti di Joe Johnson e 20 di Mike Bibby, che hanno approfittato della serataccia di Devin Harris e Vince Carter (insieme vantano una media punti da 43,1), autori di un tragico 11/31 al tiro. Ventiduesima vittoria consecutiva in casa (record della franchigia eguagliato) per i Cleveland Cavaliers con il 112-95 rifilato ai Clippers grazie ai 20 punti ed 11 rimbalzi di Zydrunas Ilgauskas, tornato in campo dopo un mese esatto di assenza per la frattura alla caviglia sinistra. LeBron James ha invece chiuso con 25 punti. Diciottesima sconfitta nelle ultime venti gare giocate per i Clippers. E settima vittoria interna consecutiva per gli Indiana Pacers con il 114-103 rifilato a Miami. 30 punti per Mike Dunleavy (record personale stagionale). Utah ha invece capitalizzato al meglio le 24 palle perse dai Thuner e piegato per 110-90 Oklahoma City, interrompendo così una serie di quattro sconfitte consecutive grazie anche ai 24 punti e 12 assist di Deron Williams.

Tutti i siti Sky