09 febbraio 2009

Nella super sfida Bryant-Lebron spunta Lamar Odom

print-icon
lam

Lamar "Lamarvellous" Odom

A decidere il match tra Lakers e Cavs non sono stati i campioni più attesi, ma "Lamarvellous", che ha preso per mano i gialloviola mettendo a segno 28 punti e 17 rimbalzi che sono valsi il 101-91 finale. Gallinari sigla otto punti, Celtics sconfitti

INTERVIENI NEL FORUM NBA

I Lakers pongono fine alla striscia di vittorie consecutive casalingh dei Cleveland Cavaliers superandoli per 101-91: si fermano a 29 le vittorie alla Quicken Loans Arena di LeBron James e compagni che si devono arrendere di fronte a un Lamar Odom in formato Kobe Bryant. Sì perché L'MVP gialloviola non stava bene, bloccato com'era dall'influenza (19 punti per lui): e allora è 'Lamarvellous' a prendere in mano il match firmando i suoi season-high sia in termini di punti (28) che rimbalzi (17). I Lakers dominano letteralmente la seconda parte di gioco, concedendo solo 30 punti agli avversari e mettendone a segno ben 50: Odom assurge al ruolo di protagonista anche in difesa, limitando sua Maestà James a soli 16 punti e 8 rimbalzi (ma 12 assist). Risultato: Cavs sconfitti in casa, non succedeva dal 16 aprile 2008 contro i Detroit Pistons.

Finisce con un risultato negativo la 'prima' di Danilo Gallinari da titolare nei New York Knicks: il Gallo scende in campo in quintetto al Rose Garden di Portland ma non lascia il segno, mettendo a referto solo 6 punti in 14'. E per gli uomini di Mike D'Antoni si può parlare di grande occasione sprecata, in quanto i Knicks erano in vantaggio di 13 punti nell'ultimo quarto: un canestro sulla sirena di Brandon Roy regala però il 109-108 finale ai Trail Plazers.

Altro passo falso per i campioni in carica dei Boston Celtics: i biancoverdi cadono ancora TD Banknorth Garden, questa volta per mano dei San Antonio Spurs (105-99). Decisivi gli 11 punti segnati nei 45" finali dai texani che trovano in Tim Duncan (23 punti e 13 rimbalzi) e Matt Bonner (23) i propri trascinatori. Si tratta della seconda sconfitta nelle ultime tre partite per i Celtics, che hanno in Garnett il loro best scorer (26 e 12); non all'altezza Pierce (19) e Rondo (12).

Tutti i siti Sky