15 febbraio 2009

Nate Robinson vola più in alto di Superman Howard

print-icon
nat

La schiacciata vincente di Nate Robinson

Il gigante di Orlando schiaccia usando un canestro ben più alto della norma, ma il piccolo Robinson si supera saltando lo stesso Howard e aggiudicandosi la prova. Nella gara dei 3 punti Daequan Cook detronizza Jason Kapono

INTERVIENI NEL FORUM NBA

L'All Star Game restituisce all'uomo volante di New York, Nate Robinson, lo scettro della gara di schiacciate. Sfruttando la sportività del campione in carica Dwight Howard, Robinson si è esibito in una schiacciata in cui ha saltato il gigante di Orlando. Risultato? Una vittoria tra gli applausi che significa una conferma dopo il successo di due anni fa.

La 'mini-guardia' dei New York Knicks, che sfiora i 180 cm di altezza, si è aggiudicato l'evento più spettacolare dell'All Star Weekend della NBA in corso a Phoenix. Robinson, che aveva già trionfato nell'edizione 2007 dello show, ha battuto in finale il detentore del titolo. Howard, centro degli Orlando Magic, ha offerto una nuova interpretazione da Superman dopo quella proposta un anno fa. Con il consueto mantello, all'inizio della serata si è esibito in una performance 'completa': 'in borghese' è entrato in una cabina a bordocampo ed è uscito con la tenuta da supereroe per andare ad affondare la palla nel canestro. In finale, però, non gli è bastato decollare dalla linea del tiro libero per convincere i fans: Howard ha ottenuto il 48% dei consensi del pubblico e ha contribuito in maniera decisiva al 52% raccolto da Robinson. La stella dei Magic ha accettato di trasformarsi in un ostacolo nell'esibizione decisiva del rivale: Robinson, con un'insolita divisa verde-kryptonite, ha preso il volo, ha scavalcato Howard e ha messo a segno la schiacciata del trionfo.

Nella gara dei 3 punti invece Daequan Cook ha detronizzato Jason Kapono. Cook (Miami Heat) ha battuto in finale all'overtime Rashard Lewis (Orlando Magic). Proprio nel giro supplementare Cook ha messo a segno la miglior prestazione di tutta la competizione con 19 punti, mentre Lewis è clamorosamente crollato mancando i primi undici tiri di fila e chiudendo con soli 7 punti. Cook si era guadagnato il giro supplementare contro Lewis chiudendo il secondo a sei giocatori con un quattro su quattro negli ultimi tiri. Kapono (Toronto Raptors), che aveva vinto le ultime due edizioni della gara da 3, ha chiuso ad appena un punto di distanza da Lewis e Cook il secondo giro: in caso di vittoria sarebbe diventato il terzo giocatore nella storia a fare tripletta dopo Craig Hodges dei Chicago Bulls (1990, 91 e 92) e Larry Bird dei Boston Celtics (1986, 87 e 88).

Tutti i siti Sky