07 marzo 2009

Nba, Bargnani non basta contro l'uragano Wade

print-icon
nba

Inarrestabile Dwayne Wade: per lui una media superiore ai 40 punti nelle ultime quattro partite

Il Mago mette a segno 23 punti ma Toronto perde nel match contro i Miami Heat (108-102) trascinati dal solito Wade, autore di 42 punti. Turno amaro anche per i Golden State Warriors di Marco Belinelli che cedono 108-91 ai Detroit Pistons

COMMENTA NEL FORUM NBA

Rivedendo le immagini della partita fra Toronto e Miami è sembrato di vedere due velocità: quella dei Raptors, normale, e quella doppia di Dwayne Wade. Mentre Toronto era impegnata a restare aggrappata con i denti alla gara, Wade continuava a scherzare non solo con la difesa avversaria, ma anche con i numeri, che continuano a raccontare la straordinarietà di una stagione in cui Wade è tra i candidati al titolo di miglior giocatore della NBA, di cui è attualmente il miglior realizzatore.

42 i punti segnati da Wade stanotte, con una media superiore a quota 40 nelle ultime quattro partite. A Toronto, non è bastato nemmeno il Mago per fermarlo. Se sotto il canestro avversario Bargnani non ha sfigurato con i 23 punti messi a referto, in difesa i 40 minuti minuti passati in campo non sono stati altrettanto positivi. La colpa è dei due soli rimbalzi conquistati, un bottino scarso che mette in luce la grande difficoltà della retroguardia dei Raptors, che non ha mai trovato una soluzione all'uragano Wade, e che vede allontanarsi ulteriormente i playoff.

In Canada speravano che con l'arrivo di Marion qualcosa sarebbe cambiato, ma non è stato così, e la quarta sconfitta lo testimonia. Da guardare, a Toronto ci resta solamente Bargnani, nella speranza che un'altra squadra si accorga della sua crescita. Magari una che giri a velocità doppia, alla velocità di Dwayne Wade.

Tutti i siti Sky