29 marzo 2009

Nba, Detroit guasta la festa di Arenas. Wade trascina Miami

print-icon
gil

Il ritorno di Gilbert Arenas, in campo con la maglia dei Wizards contro Detroit

Una stoppata di Kwame Brown sulla sirena di fine partita ha impedito a Gilbert Arenas di chiudere con un sorriso il ritorno in campo dopo quasi un anno di inattività, regalando ai Detroit Pistons un sofferto 98-96 sui Washington Wizards

COMMENTA NEL FORUM DELLA NBA

Una stoppata di Kwame Brown sulla sirena di fine partita ha impedito a Gilbert Arenas di chiudere con un sorriso il  ritorno in campo dopo quasi un anno di inattività, regalando ai Detroit Pistons un sofferto 98-96 sui Washington Wizards. Arenas, che negli ultimi 18 mesi ha subito tre interventi chirurgici ad un ginocchio infortunato, ha archiviato il suo esordio stagionale con 15 punti e dieci assist. Richard Hamilton, reduce da sei partite saltate per un problema agli adduttori, ha contribuito al successo di Detroit realizzando 31 punti, di cui 16 nel terzo periodo. A Chicago i Bulls hanno sconfitto gli Indiana Pacers per 112-106 grazie a 22 punti di John Salmons, autore nel finale di due triple decisive. Trascinati anche dai 25 punti di Ben Gordon i Bulls hanno ottenuto così il quarto successo consecutivo, una serie positiva che alla ex squadra di Michael Jordan non riusciva da ben due anni.

A Miami, Dwyane Wade ha messo un altro tassello nel mosaico della sua candidatura al titolo di miglior giocatore della stagione relizzando 27 punti nel 102-85 imposto dagli Heat ai Milwaukee Bucks. Per i padroni di casa bene anche Udonis Haslem, che ha firmato la centesima doppia doppia in carriera mettendo a referto 16 punti e 12 rimbalzi. A Charlotte i Bobcats hanno sconfitto i New York Knicks con 23 punti, nove rimbalzi ed otto assist di un decisivo Gerald Wallace, mentre a Salt Lake City gli Utah Jazz hanno piegato i Phoenix Suns per 104-99 dopo un overtime. Per i Jazz bene Deron Williams con 13 assist e 21 punti, di cui sette nel periodo supplementare.

Tutti i siti Sky