12 aprile 2009

Nba, Detroit supera Indiana e accede ai play-off

print-icon
ham

Richard Hamilton, Detroit Pistons

I Pistons battono 106-102 i Pacers e nella fase successiva se la vedranno contro i Cavs di LeBron James. Gli Orlando Magic perdono Turkoglu per una distorsione nel match perso 103-93 contro i New Jersey Nets. Tornano al successo i Warriors di Belinelli

COMMENTA NEL FORUM DELLA NBA

Si sta avvicinando alla sua conclusione la Regular Season NBA: e i giochi sono ormai fatti. Detroit, nonostante la sconfitta con Indiana (106-102) accede alla post season ma faticherà a migliorare la sua ottava posizione a spese di Chicago o di Philadelphia. Ma per i Pistons la battuta d'arresto con i Pacers non è da poco. A trascinare Indiana è stato uno scatenato Danny Granger, autore di 24 punti e protagonista assoluto del match: "Abbiamo dimostrato che anche se siamo fuori dai playoff giochiamo ogni partita fino in fondo, è stata una prova d'orgoglio". Detroit adesso rischia seriamente di incontrare Cleveland già al primo turno dei playoff. Non il massimo della vita. Il settimo posto a Est è sempre più di Chicago. I Bulls nella notte hanno infatti regolato Charlotte con uno spettacolare 113-106. A fare la differenza Ben Gordon, autore di ben 39 punti, mentre a decidere la sfida è stato il 10-0 inflitto dai Bulls ai Bobcats nel quarto parziale. Chicago tiene il settimo posto in solitaria e spera ancora di evitare Cleveland.

Vittoria anche per i Nets, che hanno steso Orlando 103-93. Per i Magic è stata una serata storta anche per l'infortunio accusato da Hedo Turkoglu a sette minuti dalla fine. Si parla di una forte distorsione al ginocchio, che preoccupa non poco coach Van Gundy. I Phoenix Suns provano a salvare la faccia dopo la mancata qualificazione ai playoff e regolano i Timberwolves con un rabbioso 110-97. A trascinarli è stato uno scatenato Grant Hill, autore di 19 punti in 23 minuti con un 7 su 8 dal campo. Benissimo anche Richard Jefferson, che ha spinto Milwaukee al 115-98 su Oklahoma City grazie ai 35 punti realizzati. Con questo successo i Bucks mettono fine a una serie di 4 ko di fila. Una soddisfazione non male anche quella dei Warriors, che battono gli Utah Jazz 118-108 nonostante un roster falcidiato dagli infortuni. Ancora meglio va a Portland, che batte i Clippers 87-72 e aggancia così il terzo posto nella Western Conference al pari di Houston. Chi la spunterà da qui alla fine?

Tutti i siti Sky