13 aprile 2009

Bargnani, 17 punti: Toronto torna a vincere. Cleveland fa 39

print-icon
tor

Ai Cavaliers manca un solo successo per arrivare all'eccezionale record dei Celtics di 40 vittorie e una sola sconfitta in casa. I Raptors invece tornano al successo dopo 4 sconfitte consecutive anche grazie al contributo del Mago: 111-104 ai Sixers

COMMENTA NEL FORUM DELLA NBA

Per indovinare chi avrebbe vinto tra Cleveland e Boston, non serviva certo un esperto di scomesse. Negli ultimi 14 incontri tra le due squadre, ha infatti sempre vinto quella di casa. E anche nell'ultima sfida della regular season, le cose non sono andate diversamente. La scarsa vena di Pierce e Allen, e il solito strapotere di LeBron James hanno fatto intendere, fin dall'inizio, che la vittoria dei Cavaliers era scontata.
Il primo quarto è chiuso da Cleveland 31-9, un passivo pesantissimo, se si contano anche i numerosi errori al tiro dei Celtics (solo 29 canestri su 81 tentativi) e un certo nervosismo. Il giocatore dei Cavaliers però non fa una piega. E Cleveland infierisce sui campioni. LeBron segna 29 punti in 30 minuti. E il vantaggio dei Cavs arriva anche a 36 lunghezze. La vittoria numero 39 è servita. E adesso manca un solo successo per arrivare all'eccezionale record di 40 vittorie e una sola sconfitta in casa. Primato che appartiene, guarda caso proprio ai Celtics, quelli della stagione '85-'86.

Di record se ne intende anche Dwyane Wade, che in questa stagione, forse la migliore della sua carriera, aveva già firmato il suo primato personale di 50 punti per due volte. Al miglior realizzatore della Lega (quasi 30 punti a partita), prestazioni di questo tipo evidentemente non bastavano, e contro New York, ha voluto superarsi. 55 punti, a uno solo dai 56 realizzati da Glen Rice il 15 aprile 95 contro Orlando. Per Miami sono decisive le sei triple di Wade, che, alla sirena, riceve anche i complimenti del coach dei Knicks, Mike D'Antoni, uno che di triple e canestri importanti, se ne intendeva. Miami si assicura così il quinto posto ad est.

Non è invece ancora certa del sesto posto Philadelphia, che cade a Toronto: i canadesi hanno vinto con il punteggio di 111-104 all'Air Canada Centre di Toronto. Il "Mago" ha chiuso la partita con 17 punti, realizzando 8 canestri su 13 tentativi. E non è tutto: l'ex giocatore della Benetton Treviso ha regalato anche 4 assist ai compagni e - soprattutto - ha messo a segno ben 6 stoppate. Per l'italiano si tratta del massimo in carriera. Quella giocata contro i Sixers è stata l'ultima partita casalinga giocata da Toronto quest'anno. Bargnani sta chiudendo la stagione a più di 15 punti di media, la più alta nei 3 anni di NBA del gicoatore romano.

Tutti i siti Sky