15 aprile 2009

Nba, atto di forza dei Celtics: 100-98 a Philadelphia

print-icon
cel

Rajon Rondon dei Boston Celtics nella gara contro i Sixers di Philadelphia

Arriva sul campo dei 76ers il riscatto dei campioni in carica dopo il pesante ko subito venerdì scorso contro il Cavaliers. Boston vince senza Allen e Garnett, ma Pierce è incontenibile. Le due squadre si ritroveranno nel primo turno dei playoff

COMMENTA NEL FORUM DELLA NBA

GUARDA L'ULTIMA PUNTATA DI R&B SUL WEB

Arriva da Philadelphia il riscatto dei Boston Celtics dopo il pesante ko subito venerdì scorso a Cleveland per mano dei Cavaliers: i campioni in carica, privi dello squalificato Ray Allen (gomitata ad Anderson Varejao) e di Kevin Garnett (ancora alle prese con un problema al ginocchio), hanno fatto leva sul proprio capitano, Paul Pierce, per superare i 76ers 100-98. 'The Truth' ha realizzato 31 punti (12 su 16 dal campo) e il jumper decisivo, mentre ai padroni di casa, che quasi certamente si ritroveranno di fronte i Celtics anche nel primo turno dei playoff, non sono bastati i 25 punti di Andre Iguodala.

Sorridono anche i Los Angeles Lakers che allo Staples Center hanno concluso la propria regular season travolgendo gli Utah Jazz per 125-112, assicurandosi un record di 65 vittorie e 17 sconfitte, secondo nella lega soltanto a quello dei Cavaliers. Le buone notizie per i gialloviola arrivano dal recuperato Andrew Bynum, capace di realizzare 22 punti n 30 minuti di gioco, con un ottimo 8 su 13 dal campo. Con la postseason alle porte, Phil Jackson ha invece risparmiato Kobe Bryant, rimasto sul parquet per appena 26 minuti, ma capace comunque di mettere a referto 16 punti. Per Utah solita prestazione autorevole di Daron Williams: il play dei Jazz ha realizzato 25 punti e dispensato ben 13 assist.

Nell'altro incontro disputato nella notte i Miami Heat sono stati sconfitti ad Atlanta per 81-79, in quello che rappresentava una sorta di antipasto del confronto atteso al primo turno dei playoff. Entrambe le squadre hanno però deciso di risparmiare le forze: tra gli ospiti sono rimasti a guardare Dwyane Wade, Jermaine O'Neal e Udonis Haslem, mentre gli Hawks hanno lasciato a riposto Maurice Evans e Zaza Pachulia, limitando il minutaggio degli altri titolari. Miglior realizzatore dell'incontro è stato Michael Beasley, per lui 23 punti e 13 rimbalzi.

Tutti i siti Sky