01 luglio 2009

Suicida Alexis Arguello ex guerrigliero e sindaco di Managua

print-icon
ale

Alexis Arguello nei panni di sindaco di Managua, capitale del Nicaragua: era stato guerrigliero sandinista (Ap)

L'ex pluricampione del mondo di boxe, 57 anni, eletto lo scorso anno sindaco di Managua, è stato trovato morto. Conquistò i titoli dei pesi piuma, superpiuma e leggeri divenendo il 6° pugile a laurearsi campione del mondo in diverse categorie. IL VIDEO

Alexis Arguello, ex pluricampione del mondo di boxe eletto lo scorso anno sindaco di Managua, è stato  trovato morto. Si è suicidato: lo ha confermato la polizia nicaraguense, precisando che a riferire del suicidio sono stati i familiari di Arguello. L'ex pugile, che aveva 57 anni, si sarebbe tolto la vita nella sua abitazione di Managua. Il governo del Nicaragua ha fatto sapere che decreterà il lutto nazionale per la morte di Arguello. Il presidente Daniel Ortega ha d'altra parte cancellato la visita in programma oggi a Panama per l'insediamento del nuovo presidente del paese centramericano, Ricardo Martinelli.

Rosario Murillo, portavoce del presidente del Nicaragua, non ha fornito dettagli circa la morte dell'ex pugile, limitandosi a manifestare lo sconforto della autorità per la notizia: "E' un annuncio straziante", ha affermato Murillo, che ha definito Arguello "il campione dei poveri, un esempio di perdono e riconciliazione".

Soprannominato "Il piccolo uomo esplosivo" per il suo modo di intendere la boxe - Associated Press nel 1999 lo decretò il sesto miglior peso leggero del Ventesimo Secolo - Arguello negli anni '80 combatté il governo sandinista dopo essersi visto confiscare dalle autorità centrali le sue proprietà e i depositi bancari. Successivamente si unì allo stesso partito di maggioranza correndo con successo, lo scorso novembre, alle elezioni municipali di Managua. Alla sua elezione alla carica di sindaco, ottenuta superando la concorrenza di Eduardo Montealegre, seguirono le accuse di brogli elettorali, lanciate dai suoi avversari politici. Arguello era tornato domenica da Porto Rico, dove si era recato per rendere omaggio a Roberto Clemente, leggendario giocatore dei Pittsburgh Pirates nella Major League Baseball statunitense.

Il 57enne Arguello, pugile professionista dal 1968, col soprannome per l'appunto di El Flaco Explosivo in carriera conquistò i titoli iridati dei pesi piuma, superpiuma e leggeri divenendo il sesto pugile a laurearsi campione del mondo in tre differenti classi di peso.

Il pugile nicaraguense, ammesso nella Hall of Fame del pugilato nel 1992, si ritirò nel 1995 con un record di 82 vittorie e otto sconfitte con 65 successi prima del limite. L'emittente del partito sandinista di Arguello, Radio Ya, ha fatto sapere che sul cadavere dell'ex boxeur è in corso l'autopsia.

Tutti i siti Sky