22 settembre 2009

Olimpiadi 2016: non è esclusa presenza di Obama a Copenhagen

print-icon
fob

Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama

Mentre la moglie Michelle è già al lavoro per preparare l'appello in favore della sua Chicago per i Giochi del 2016, non è escluso che anche il Presidente degli Stati Uniti arrivi nella città danese. Il consigliere Valerie Jarrett, però, nega la notizia

Mentre Michelle Obama è al lavoro per preparare l'appello personale in favore della sua Chicago che la First Lady leggerà di persona a Copenhagen davanti alla commissione del CIO prima della votazione del 2 ottobre attraverso la quale verrà assegnata l'organizzazione delle Olimpiadi del 2016, la Casa Bianca non ha escluso che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama possa decidere all'ultimo momento di unirsi alla delegazione e presentarsi anche lui in Danimarca. Sebbene il presidente abbia annunciato la scorsa settimana l'intenzione di restare a casa per occuparsi della delicatissima vicenda della riforma sanitaria, un esponente del governo ha riferito di avere già "spedito" a Copenhagen un team in avanscoperta per occuparsi dei preparativi, sistemazioni e sicurezza, nel caso Obama prenda parte alla trasferta.

La fonte ha però conservato l'anonimato, in quanto non è stata ancora presa alcuna decisione ufficiale. Valerie Jarrett, consigliere del presidente, ha specificato che non c'é in programma nell'agenda di Obama un viaggio a Copenhagen. Il comitato promotore di Chicago 2016 ha più volte espresso il desiderio di avere Obama nella delegazione, ma la Jarrett, ex vice presidente del comitato e a capo dell'ufficio della Casa Bianca per le Olimpiadi, ha riferito anche la felicità per poter contare sulla presenza della First Lady, nata proprio nella Città del Vento.

A COPENAGHEN IN OTTOBRE SI SCEGLIE

SCOPRI LO SPECIALE OLIMPIADI: VIDEO E NEWS

Tutti i siti Sky