14 novembre 2009

Football, caschi sotto accusa. Più sicuro non usarli

print-icon
spo

I caschi della Nfl

Questa la tesi rivoluzionaria sostenuta dal medico Fred Mueller secondo cui senza la protezione aumenterebbero le ferite in campo, ma diminuirebbero notevolmente i traumi cerebrali che negli anni provocano la morte. GUARDA LA GALLERY

COMMENTA NEL FORUM DEGLI SPORT USA

Il football americano sarebbe uno sport più sicuro se si facesse a meno del casco. Aumenterebbero le ferite e le botte in campo, ma ci sarebbero meno traumi celebrali, soprattutto quelli che, accumulati negli anni, provocano la morte di tantissimi ex giocatori a riposo. E' questa la tesi rivoluzionaria sostenuta da uno studio di Fred Mueller, un medico dell'Università della Nord Carolina esperto in danni celebrali e traumi cranici legati allo sport. Il tema della sicurezza emerge ogni volta che inizia il campionato professionistico della Nfl. Ma stavolta a essere sott'accusa è uno degli attrezzi tipici di questo sport, tanto che il Wall Street Journal, s'interroga: "E' venuta ora di ritirare il casco da football?".

Secondo il professore, l'uso del casco invece di ridurre gli infortuni alla testa, paradossalmente, a lungo termine, li provoca. I caschi rigidi, come quelli usati oggi, sono stati introdotti negli anni '40 a furor di popolo per evitare le frequenti rotture della testa, durante le partite. Tuttavia, nell'arco degli anni, proprio grazie a queste enormi protezioni, scrive il Wsj, è cresciuto tra i giocatori un senso di "invulnerabilita" che incoraggia scontri sempre più frequenti e violenti. "Senza casco - sostiene un altro medico - si darebbero tutti una calmata, visto che tutti sanno che senza protezione anche chi attacca rischia di farsi male".

Il problema è che nessun casco sportivo, anche il più resistente, mette i giocatori al riparo dai microtraumi continui, subiti anno dopo anno, che, al termine della carriera, producono enormi danni celebrali. I caschi più sicuri per la testa sono quelli usati nell'automobilismo, ma inutilizzabili negli sport di corsa, come il football, perchè pesantissimi e ingombranti. A quel punto, oltre a danneggiare il gioco, non si conterebbero le rotture alle ginocchia e i traumi alla schiena. Certo, il football americano senza il casco sarebbe uno sport assai diverso, molto più simile al rugby. Ci sarebbero forse più ferite, più sangue in campo. Ma forse si ridurrebbero le tragedie di cui soffre la palla ovale americana.

Tutti i siti Sky