21 novembre 2009

Nba, super Bargnani e Toronto batte Miami

print-icon
bar

Andrea Bargnani

All'Air Canada Centre "il Mago" trascina i Toronto Raptors alla vittoria, la settima in questa stagione, sui Miami Heat: 120-113 il punteggio in favore della franchigia canadese. Bargnani ha realizzato 24 punti, mettendo insieme anche 10 rimbalzi

COMMENTA NEL FORUM DELLA NBA

La prova maiuscola di Andrea Bargnani spicca nel successo casalingo dei Toronto Raptors, che superano 120-113 i Miami Heat e conquistano così la settima vittoria in 14 match di regular season. Il lungo, schierato come al solito titolare, segna 24 punti in 39' di gioco confenzionando una nuova ''doppia doppia'' grazie ai 10 rimbalzi. Nel tabellino del Mago anche 2 assist, 2 stoppate, 4 palle perse e 2 falli. Toronto, avanti di 20 punti all'intervallo (69-49), rischia di farsi raggiungere da Miami che risale fino a -1 nel quarto periodo. A 3'13" dalla sirena, però, è proprio una tripla di Bargnani a  rilanciare la fuga dei padroni di casa. I Raptors devono ringraziare il 'solito' monumentale Chris Bosh (29 punti e 12 rimbalzi) e dalla panchina ottengono 17 punti preziosi da Jarrett Jack. Non brilla, invece, Marco Belinelli: la guardia bolognese gioca poco meno di 15' e chiude con 4 punti (2/5 al tiro). A Miami, che subisce il sesto k.o. in 13 gare, non bastano i 30 punti a testa firmati da Dwyane Wade e Mario Chalmers.

"Abbiamo giocato una partita consistente e abbiamo tirato bene", dice Bargnani, commentando dal proprio sito la prestazione collettiva. I Raptors tirano con un ottimo 57,7% dal campo (41/71) ma, nonostante ciò, sono costretti a soffrire. "Miami è una grande squadra, anche quando hanno recuperato nel terzo quarto siamo stati bravi a rimanere in partita con la testa", dice il numero 7 di  Toronto. Bargnani, rispetto al passato, ottiene risultati migliori sotto i tabelloni, come dimostrano le cifre. "I rimbalzi - dice lui- non mi ossessionano ma sto lavorando anche su questo". I Raptors sono al secondo posto nella Atlantic Division della Eastern Conference, alle spalle dei Boston Celtics. "Siamo vicini ad essere una squadra forte, ci manca poco per essere competitivi", dice il romano. Belinelli, che nel secondo periodo ha sfornato 4 assist, deve fare i conti con un lieve problema alla gamba sinistra. "Sono scivolato, ho avvertito un fastidio e ora la gamba mi fa un po' male. Non so se sia un leggero guaio muscolare", dice la guardia. "Che effetto fa marcare Wade? Ci ho provato, è fortissimo anche dal punto di vista fisico".

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky