30 novembre 2009

Nba, male gli italiani. Sconfitta da record per New Jersey

print-icon
bar

Andrea Bargnani e i suoi Toronto Raptors si arrendono a Phoenix (foto AP)

I New York Knicks di Gallinari cedono il passo a Orlando, mentre i Phoenix Suns strapazzano i Raptors di Bargnani e Belinelli. Kobe Bryant (30 punti) stende i Nets: 17a sconfitta consecutiva, peggior inizio di stagione della storia come Miami e Clippers

Due sconfitte per i giocatori italiani sui parquet nella NBA. I New York Knicks di Danilo Gallinari sono stati battuti in casa dagli Orlando Magic per 114-102 e hanno incassato il 14° k.o. in 17 gare. Alla formazione della Grande Mela sono serviti a poco i 15 punti dell'ala italiana. Gallinari, schierato titolare, ha giocato 30'25" chiudendo con 5/7 al tiro (4/5 da 3), 4  rimbalzi, 1 assist e 2 stoppate. I Knicks, con David Lee top scorer (18 punti), non sono riusciti ad arginare Dwight Howard. Il centro dei Magic ha messo a referto una sostanziosa "doppia doppia" con 20 punti e 14 rimbalzi, trascinando i suoi al 14° successo in 18 match.

Giornata storta anche per il duo tricolore dei Toronto Raptors. Una buona prestazione di Andrea Bargnani (24 punti e 7 rimbalzi) non ha evitato al team canadese il passo falso interno contro i Phoenix Suns, passati per 113-104 all'Air Canada Centre. Toronto, al tappeto nonostante i 30 punti e i 17 rimbalzi di Chris Bosh, ha avuto un contributo quasi nullo da Marco Belinelli. La guardia bolognese, partita dalla panchina, non ha segnato in 17'. Nel suo tabellino solo 3 rimbalzi e 1 palla persa. I Raptors hanno ora un record di 7-12. Phoenix, ispirata dal "solito" Steve Nash (20 punti e 16 rimbalzi),  porta 6 uomini in doppia cifra (22 punti per Jason Richardson) e ottiene la 14a vittoria in 17 gare. Per i "Soli" dell'Arizona c'è il miglior record della lega.

Diciassette partite, diciassette sconfitte. I New Jersey Nets entrano nella storia della  NBA, anche se lo fanno dalla parte sbagliata. Il k.o. per 106-87 sul campo dei Los Angeles Lakers ha "consentito" ai Nets di eguagliare la peggior partenza nella storia della lega. La striscia negativa di 17  incontri aveva già caratterizzato il 1988-1989 dei Miami Heat e il 1999-2000 dei Los Angeles Clippers. L'esonero del coach Lawrence Frank, silurato prima della gara con i Lakers, non ha sortito l'effetto sperato. New Jersey è finita al tappeto contro i campioni NBA, trascinati dai 30 punti di Kobe Bryant, e si è meritata persino un annuncio speciale dello speaker dello Staples Center, che a fine partita ha ufficializzato il record negativo della squadra. I Nets sono attesi ora dalla gara casalinga in programma mercoledì contro i  Dallas Mavericks: un altro passo falso e la squadra si guadagnerà i galloni esclusivi di perdente per eccellenza.

Sospiro di sollievo, invece, per i Minnesota Tiwmberwolves. Con la vittoria per 106-100 sul campo dei Denver Nuggets, infatti, hanno interrotto la sequenza di 15 sconfitte consecutive e hanno ottenuto il secondo successo stagionale. Il primo, ovviamente, era arrivato contro i Nets.

I risultati
Detroit Pistons - Atlanta Hawks 94-88
Toronto Raptors - Phoenix Suns 94-113
Los Angeles Clippers - Memphis Grizzlies 98-88
Miami Heat - Boston Celtics 85-92
New York Knicks - Orlando Magic 102-114
Oklahoma City Thunder - Houston Rockets 91-100
Denver Nuggets - Minnesota Timberwolves 100-106
Sacramento Kings - New Orleans Hornets 112-96
Los Angeles Lakers - New Jersey Nets 106-87


COMMENTA NEL FORUM DELLA NBA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky