18 dicembre 2009

Bulls troppo forti, New York ko. Si salva solo Gallinari

print-icon
noa

Danilo Gallinari contende la palla a Joakim Noah

Nonostante l'ottima prova del "Gallo", i Knicks escono sconfitti dallo United Center di Chicago. L'italiano parte dalla panchina, gioca 27 minuti e realizza 18 punti. Ma la rimonta Bulls condanna la squadra di D'Antoni alla sedicesima sconfitta stagionale

FATE LE VOSTRE DOMANDE AD ANDREA BARGNANI

Non basta una buona prova di Danilo Gallinari: i New York Knicks escono sconfitti dallo "United Center" di Chicago, dove i Bulls si sono imposti nella notte per 98-89.

L'ex giocatore dell'AJ Milano, partito dalla panchina (Mike D'Antoni ha scelto Jeffries, Harrington, Lee, Chandler e Duhon nel quintetto iniziale), ha giocato 27' realizzando 18 punti, cui vanno aggiunti tre rimbalzi e un assist.
Ma i Bulls, trascinati da un ottimo Deng, autore di 24 punti, hanno avuto la meglio nel finale, condannando i Knicks alla 16^ sconfitta stagionale, la seconda consecutiva.


I RISULTATI:


Chicago Bulls - New York Knicks 98-89;
Miami Heat - Orlando Magic 104-86; 
Portland Trail Blazers - Phoenix Suns 105-102


ENTRA NEL FORUM DELLA NBA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky