02 febbraio 2010

Nba, Lakers ko ma Bryant entra nella storia con 29 punti

print-icon
kob

Kobe Bryant entra nella storia dei Lakers e festeggia l'evento con un tifoso

Los Angeles perde a Memphis per 95 a 93 registrando la dodicesima sconfitta in stagione, ma a Kobe "bastano" 29 punti per superare Jerry West e diventarere il miglior marcatore dei Lakers di tutti i tempi. Vincono anche Celtics e Jazz

COMMENTA NEL FORUM DI NBA

di Luca Bordoni

29 punti. E' quanto serve a Kobe Bryant per superare Jerry West e diventare il miglior marcatore dei Lakers di tutti i tempi. Dopo aver battuto i Celtics domenica notte, Los Angeles è ancora in trasferta, a Memphis, e i dieci punti firmati da Bryant nel primo quarto fanno capire che l'obiettivo è a portata di mano. I Grizzlies sono avanti, ma il traguardo viene tagliato nel terzo quarto, quando dopo una palla rubata Bryant riceve da Farmar e segna i due punti del meno quattro. Peccato che per i Lakers i 44 punti di Bryant non bastino. Dall'altra parte, infatti, Zach Randolph e Rudy Gay trascinano al successo Memphis. Nel possesso finale, infatti, un marcatissimo Bryant decide di non tirare ma di scaricare su Artest, che libero da ogni pressione tira da dietro l'arco ma sbaglia. 95-93 il finale a favore di Memphis, per Los Angeles arriva il dodicesimo ko.

Reduci dalla sconfitta nella supersfida con i Lakers, i Celtics cercano fortuna a Washington contro i Wizards. A Garnett servono 19 punti per diventare superare un certo Larry Bird, attualmente al ventiquattresimo posto nella classifica dei migliori marcatori di sempre dell'NBA. E Garnett li segna, 19 punti. Ray Allen e Rajon Rondo ne aggiungono 17 a testa, per i Wizards non c'è scampo anche se Butler ne fa 20. Vince Boston 99-88.

Nella Western Conference, contro Dallas Utah cerca di continuare la propria scalata con quella che sarebbe la quinta vittoria di fila. E con un Millsap così, battere la terza forza all'ovest si può. Millsap alla fine manda a bersaglio 25 punti, i Mavs rimangono agganciati alla partita con Nowitzki fino alla fine del terzo quarto. Negli ultimi dodici minuti, infatti, scendono sul parquet soltanto i Jazz. Il quarto parziale finisce 27-16 per Utah, che spinta dai punti di Kirilenko vince 104-92. Per Kirilenko i punti sono 13, Nowitzki ne fa 28 ma Dallas cade a Salt Lake City. E i Jazz ora iniziano a farsi vedere negli specchietti dei texani.

I risultati delle partite:
Washington Wizards - Boston Celtics 88-99
Miami Heat - Milwaukee Bucks 81-97
Memphis Grizzlies - Los Angeles Lakers 95-93
New Orleans Hornets - Phoenix Suns 100-109
Denver Nuggets - Sacramento Kings 112-109
Utah Jazz - Dallas Mavericks 104-92
Portland Trail Blazers - Charlotte Bobcats 98-79

Tutti i siti Sky