07 febbraio 2010

Super Bowl, stanotte Peyton contro la sua New Orleans

print-icon
pey

Peyton Manning al comando dei suoi Colts

La sfida più importante dello Sport USA in diretta su ESPN AMERICA (SKY Canale 214) alle ore 24 nella notte tra domenica 7 e lunedì 8 febbraio. Favoriti i Colts, ma i Saints sperano nel miracolo. IL PROGRAMMA SU SKY

IL SUPERBOWL SU SKY

COMMENTA NEI FORUM DEL FOOTBALL AMERICANO

E' tempo di Super Bowl. E come ogni anno l’America si ferma. Con una media di 90 milioni di telespettatori, la finale del campionato professionistico di football americano è l’evento sportivo e mediatico più importante degli Stati Uniti. La 44.a edizione si celebra al "Sun Life Stadium" di Miami, già teatro la scorsa settimana del Pro Bowl (l'All Star Game). In campo gli Indianapolis Colts e i New Orleans Saints. La partita sarà trasmessa in diretta su ESPN America (canale 214 di Sky) alle ore 24 nella notte tra domenica 7 e lunedì 8 febbraio.

I Santi di New Orleans, quattro anni e mezzo dopo la devastazione dell'uragano Katrina, sono ad un passo dal paradiso. Per la prima volta nella sua storia la squadra di football della città del jazz è riuscita a conquistare l'accesso al Super Bowl: se a Miami i Saints dovessero battere i Colts di Indianapolis, conquistando il più importante trofeo dello sport americano, i festeggiamenti nel già euforico French Quarter raggiungeranno livelli inimmaginabili facendo scattare con nove giorni di anticipo il leggendario Mardi Gras di New Orleans.

Una sfilata di festeggiamento è già stata organizzata per martedì prossimo lungo le strade di New Orleans a prescindere dal risultato della partita: per gli abitanti di una città abituata a celebrare con allegria anche i funerali, persino una sconfitta può essere un pretesto per far scorrere musica e alcol a fiumi. Domenica 600 agenti di polizia extra saranno in servizio nel French Quarter dove gli alberghi sono già tutti esauriti. Molte scuole di New Orleans saranno chiuse lunedì.

La sfida tra i Saints di New Orleans, una squadra che non ha mai vinto niente, e i Colts di Indianapolis, già in finale tre anni fa, sarà soprattutto una sfida tra i due celebri quarterback: Drew Brees contro Peyton Manning.

Il fatto che l'ultimo ostacolo tra New Orleans e il paradiso del Super Bowl sia Peyton Manning racchiude una ironia che sembra uscire dalla fantasia di uno sceneggiatore di Hollywood. I Manning sono considerati infatti i 'Kennedy di New Orleans', la famiglia più famosa e rispettata della città. Il padre di Peyton, Archie Manning, è stato per dodici anni, a partire dal 1971, il leggendario quarterback dei Saints ("il grande capitano di una squadra di scalzacani" commentano gli esperti) e dopo la fine della carriera, dove non ha mai vinto nulla, è rimasto un simbolo di New Orleans, diventando il telecronista delle partite della squadra. La sua abitazione è parte dei tour delle case famose di New Orleans.

Quando la città fu devastata quattro anni e mezzo fa dall'uragano Katrina, due figli di Archie, Peyton e Eli, noleggiarono un charter per portare i primi soccorsi alla città distrutta dalla forza della natura. Ma Peyton, che ha donato una somma così ingente al St.Vincent Hospital di New Orleans da spingere i responsabili a battezzare un reparto col suo nome, è diventato nel frattempo il rispettato quarterback dei Colts.

E così avrà l'ingrato ruolo di tentare di distruggere il sogno di New Orleans di celebrare, con la prima vittoria in un Super Bowl, la resurrezione ufficiale della città. Anima del sogno sarà Drew Brees, il quarteback dei Santi, giunto nel team subito dopo l'uragano, a sua volta distintosi nella attività umanitaria a beneficio delle vittime di Katrina.

Ma il vero miracolo del capitano è stato quest'anno di trasformare una squadra di abituali derelitti in un team quasi imbattibile. I Saints hanno cominciato la stagione vincendo consecutivamente le prime 13 partite facendo scattare per Drew Brees il nomignolo 'Breesus', in assonanza con 'Jesus' (Gesù). Domenica a Miami lo scontro tra i due eroi di New Orleans, il Drew 'Gesu" Beer che ha miracolato i Santi e il Peyton Manning figlio 'traditore' del leggendario Archie, svuoterà le strade d'America e terrà gran parte della popolazione degli Stati Uniti davanti alla Tv. E la città del jazz è già pronta a scatenare, lungo la storica Bourbon Street del French Quarter, il più grande Mardi Gras della sua storia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky