27 febbraio 2010

Bargnani non basta a Toronto contro i Cavs, vincono i Knicks

print-icon
bar

Andrea Bargnani prova a fermare LeBron James, ma il prescelto e i suoi Cavs non fanno sconti ed espugnano Toronto (foto ap)

Nella notte Nba i 24 punti del Mago non consentono ai Raptors di piegare LeBron e compagni che s'impongono all'overtime 126-118. Bene nei supplementari invece New York che espugna Washington 118-116: Gallinari mette a referto solo 9 punti

COMMENTA NEL FORUM DI NBA

I 24 punti di Andrea Bargnani non bastano a Toronto per evitare il k.o. casalingo contro Cleveland. I Cavs, trascinati dal 'solito' LeBron James (36 punti, 9 assist e 6  rimbalzi) passano all'overtime per 126-118 sul parquet dell'Air Canada Centre. I Raptors, alla seconda sconfitta consecutiva, finiscono al tappeto nonostante la buona prestazione del lungo romano. Bargnani, titolare per 45'03", chiude con 9/17 al tiro (2/4 da 3 punti), 4  rimbalzi e 2 assist. Toronto, che rinuncia all'infortunato Chris Bosh  e tiene in panchina per tutta la sera Marco Belinelli, si affida a Jarrett Jack (24 punti) e Hedo Turkoglu (18 punti).

Il turco avrebbe nelle mani il pallone della vittoria alla fine dei 48' ma fallisce la tripla decisiva. Nel supplementare, non c'è storia: i Cavaliers dominano l'overtime con il parziale di 15-7 e espugnano l'impianto canadese. James segna 34 punti nei regolamentari  e tiene a galla i suoi quando la sconfitta sembra dietro l'angolo. Poi, all'overtime, comincia a sfornare assist che vengono trasformati  in canestri dal 'supporting cast': Antawn Jamison e Mo Williams se ne  vanno con 22 punti a testa. Il passo falso impedisce ai Raptors  (31-26) di avvicinare il primo posto della Atlantic Division, occupato dai Boston Celtics (36-20). Cleveland (46-14) invece, con il miglior  record dell'intera lega, domina incontrastata la Central Division.  

I supplementari, invece, portano fortuna a Danilo  Gallinari e a New York. L'ala italiana segna solo 9 punti in 41'31" da titolare (4/5 al tiro, 0/1 da 3 punti e 4 rimbalzi) ma si fa valere in difesa con 4 stoppate. I Knicks, con i 25 punti di David Lee e i 23 di Tracy McGrady, alla fine si impongono 118-116 in casa di Washington e interrompono la serie di 8 sconfitte consecutive. Merito anche dei  Wizards, che non capitalizzano le cifre di Andray Blatche (26 punti,  18 rimbalzi e 6 assist) e di Randy Foye (22 punti e 10 assist). Dopo il 112-112 dei 48' regolamentari, le 2 squadre 'brillano' per la  scarsa precisione al tiro nei 5' successivi: i Knicks si segnalano per un imbarazzante 2/8, Washington fa anche peggio fallendo le prime 7  conclusioni dal campo. Le due squadre hanno da tempo archiviato il sogno di partecipare ai playoff. New York, con un record di 20-37, e' penultima nella  Atlantic Division. Il team della capitale, con 20-36, e' il fanalino  di coda della Southeast.

Tutti i siti Sky