27 marzo 2010

Nba, Anthony beffa Bargnani. Toronto ko con Denver

print-icon
tor

Toronto Raptors-Denver Nuggets

Un canestro sulla sirena del miglior marcatore della serata permette a Denver di battere in extremis i Raptors 97-96. Inutile la "doppia doppia" del Mago e il contributo di Belinelli, tornato in campo dopo diverse panchine. Ko anche i Knicks di Gallinari

COMMENTA NEI FORUM DI NBA

L'abbondante 'doppia doppia' di Andrea Bargnani e il contributo di Marco Belinelli non evitano ai Toronto Raptors una bruciante sconfitta casalinga. Contro i Denvers Nuggets, i canadesi sono capaci di condurre anche per 12 lunghezze. Si sciolgono però nel quarto periodo e alla fine cedono davanti al  proprio pubblico per 97-96. A decidere la sfida è un canestro realizzato allo scadere da Carmelo Anthony, miglior marcatore della serata con 25 punti (10/22 al tiro e 8 rimbalzi). Bargnani, titolare per 34'10", esce dal campo con 14 punti (un modesto 5/13 al tiro, 1/3 da 3 punti e 3/3 ai liberi) e ben 15 rimbalzi. Toronto, che non capitalizza i 18 punti e i 12 rimbalzi di Chris Bosh, ritrova i punti di Belinelli. La guardia bolognese, poco  utilizzata nella seconda parte della stagione, sfrutta i 15'54" concessi da coach Jay Triano realizzando 11 punti con 5/9 dal campo  (1/2 da 3). Il passo falso rischia di complicare ulteriormente il cammino di Toronto verso i playoff. Con un record di 35-36, i Raptors  hanno solo 2 partite di vantaggio sui Chicago Bulls nella volata per  l'ottavo e ultimo posto utile nella Eastern Conference.

La qualificazione alla post-season da tempo non è un obiettivo dei New York Knicks di Danilo Gallinari, che vengono  travolti 132-96 sul campo dei Phoenix Suns. In una gara senza storia,  l'ala italiana segna 16 punti in 37'02" da titolare con 7/17 al tiro  (1/6 da 3 punti), 3 rimbalzi, 3 recuperi e 2 stoppate. New York affonda nonostante i 24 punti di Al Harrington e i 21 di David Lee.  Phoenix impartisce una sonora lezione alla squadra guidata da coach  Mike D'Antoni, che sulla panchina dei 'soli' dell'Arizona ha ottenuto i migliori risultati della carriera d'allenatore. I Suns segnano con tutti i 12 giocatori a disposizione e mandano 6 elementi in doppia cifra. I top scorer sono Amare Stoudamire e  Leandro Barbosa (18 punti). Steve Nash (9 punti e 9 rimbalzi) può riposarsi in attesa dei playoff. Phoenix ha un record di 46-26. New York ha un bilancio opposto (26-46) e lotta per evitare il traguardo  delle 50 sconfitte stagionali.

Tutti i siti Sky