07 aprile 2010

Nba: Gallinari stende Boston, crollo dei Raptors a Cleveland

print-icon
dan

Danilo Gallinari, miglior realizzatore nella gara contro Boston con 31 punti

L'ala italiana firma 31 punti stabilendo il proprio record in carriera nel match che i Knicks vincono 104-101 contro i Celtics, Bargnani e Belinelli sconfitti secondo pronostico dalla miglior squadra della lega. Una gomitata mette ko la stella Chris Bosh

COMMENTA NEL FORUM DI NBA

SCOPRI IL DIARIO DEL GALLO

Danilo Gallinari da record e New York stende Boston. L'ala italiana firma 31 punti stabilendo il proprio career high nel match che i Knicks vincono 104-101 contro i Celtics. Sul parquet amico del Madison Square Garden, Gallinari chiude con un eccellente 10/15 dal campo (1/4 da 3 punti) e 10/11 ai liberi in 33'39" da titolare. Nel tabellino dell'azzurro, anche 5 rimbalzi e 2 assist. Gallinari si infiamma nel terzo periodo, nel quale realizza 19 punti, e griffa la gara a 40" dallo scadere con il rocambolesco canestro del definitivo sorpasso: fa centro con l'aiuto del tabellone ma per questione di centimetri la conclusione è da 2 punti. I Knicks chiudono i conti con il layup di David Lee (13 punti e 11 rimbalzi), coprotagonista della serata con lo strepitoso Earl Barron (17 punti e 18 rimbalzi).

I riflettori, però, sono tutti per il 'Gallo'. "Quando ho tirato -dice ripensando al suo ultimo tiro- ho pensato che fosse un po' lungo, ma non così tanto. Ad ogni modo, me lo tengo stretto". Con il ricchissimo bottino, l'azzurro ritocca di un punto il proprio record personale: contro Philadelphia, il 31 ottobre dello scorso anno, si era fermato a quota 30. I 10 tiri realizzati, invece, eguagliano il primato di precisione nella ancor breve carriera Nba. La crescita costante di Gallinari è una delle poche note liete per la formazione del coach Mike D'Antoni.

La post-season è un obiettivo ancora alla portata dei Toronto Raptors di Andrea Bargnani e Marco Belinelli, sconfitti secondo pronostico sul campo di Cleveland. I Cavaliers, miglior squadra della lega con un eloquente 61-17, si impongono 113-101. LeBron James tira maluccio (19 punti con 5/13) ma distribuisce 13  assist in un team che porta 7 uomini in doppia cifra. Il top scorer è Antawn Jamison (20 punti) che si segnala anche per una gomitata involontaria a Chris Bosh. La stella di Toronto finisce k.o. nelle fasi iniziali del match e per i canadesi è notte fonda. Bargnani, titolare per 34'42", chiude con 11 punti e un modesto 5/14 al tiro. Il lungo romano, che ha le polveri bagnate dalla lunga distanza (0/4) mette a referto anche 5 rimbalzi e 2 assist.

Non basta l'exploit di Jarrett Jack (23 punti in 26'), mentre non lascia traccia Belinelli: solo 3'22" per la guardia bolognese, che sbaglia l'unico tiro tentato. Toronto, con un record di 38-39,  puo' tirare un sospiro di sollievo vista la sconfitta che Chicago subisce per 79-74 contro Milwaukee. I Raptors (38-39) hanno una gara  di vantaggio sui Bulls (37-40) e conservano l'ottavo posto della Eastern Conference, l'ultimo utile per l'accesso ai playoff. Nella migliore delle ipotesi, al primo turno bisogna fare i conti di nuovo con James&co.

I risultati delle partite della regular season Nba:
Washington Wizards - Golden State Warriors 112-94
Cleveland  Cavaliers - Toronto Raptors 113-101
Charlotte Bobcats - Atlanta Hawks 109-100
Philadelphia 76ers - Detroit Pistons 103-124
New York Knicks - Boston Celtics 104-101
Memphis Grizzlies - Houston Rockets 103-113
Chicago Bulls - Milwaukee Bucks 74-79
Utah Jazz - Oklahoma City  140-139 (overtime)
Sacramento Kings - San Antonio Spurs 86-95

Tutti i siti Sky