04 maggio 2010

Nba, Celtics corsari a casa di LeBron. Suns, buona la prima

print-icon
nas

Steve Nash è stato uno dei protagonisti della vittoria dei Suns sugli Spurs (Foto AP)

Boston pareggia i conti nella semifinale dei playoff di Eastern Conference battendo i Cavaliers in gara 2 104-86: Allen e Garnett sugli scudi. Ad Ovest Phoenix si aggiudica il primo match contro San Antonio 111-102. COMMENTA NEL FORUM DELL'NBA

COMMENTA NEL FORUM DI NBA

Boston passa a Cleveland, vince gara 2 della semifinale della Eastern Conference e pareggia i conti. I Celtics si sono imposti per 104-86 portando la serie sull'1-1. Decisivo il parziale di 31-12 nel terzo periodo che ha spaccato in due il match. Boston ha chiuso con 6 uomini in doppia cifra. In evidenza Ray Allen con 22 punti (8/15 al tiro), Kevin Garnett (18 punti e 10 rimbalzi) e Rasheed Wallace (17 punti con un perfetto 7/8 dal campo). Menzione speciale per il play Rajon Rondo, che a 13 punti ha unito il career high di 19 assist. A Cleveland non sono bastate le cifre di LeBron James. Il "prescelto", che prima della sfida ha ricevuto il premio di Mvp, ha messo a referto 24 punti con 7/15 dal campo, 7 rimbalzi e 4 assist. In generale, Cleveland ha pagato a caro prezzo la pessima serata al tiro: solo il 40% di squadra, con un pessimo 4/21 da 3 punti (19%).

Ad Ovest, invece, Phoenix si è aggiudicata per 111-102 la prima sfida della semifinale con San Antonio. Davanti al proprio pubblico, i Suns hanno brillato con l'inarrestabile Steve Nash. Il play canadese ha confezionato una prestazione eccellente con 33 punti (13/19 al tiro), 10 assist e 3 rimbalzi. Phoenix, avanti di 10 all'intervallo, ha capitalizzato le cifre di Jason Richardson (27 punti) e Amare Stoudamire (23 punti e 13 rimbalzi). Gli Spurs sono finiti al tappeto nonostante il fatturato sostanzioso dei veterani. Manu Ginobili ha messo a referto 27 punti, Tony Parker ne ha segnati 26 partendo dalla panchina e Tim Duncan ne ha infilati 20 con 11 rimbalzi.

Tutti i siti Sky