10 maggio 2010

Nba, Phoenix cancella San Antonio. Super Rondo rialza Boston

print-icon
pho

Amar'e Stoudemire ha messo a segno 29 punti in gara 4

I Suns eliminano gli Spurs di Duncan e Ginobili con un 4-0 senza appello: fine del ciclo per San Antonio. Decisivi Stoudamire (29 punti) e Nash (20 e 9 assist). A est Boston va 2-2 con Cleveland grazie a una mostruosa tripla doppia di Rondo (29p-13a-18r)

Western Conference - Phoenix completa il cappotto, cancella San Antonio e vola in finale a Ovest. Boston si rialza, ringrazia il monumentale Rajon Rondo e pareggia i conti con Cleveland a Est. La sentenza arriva dalla Western Conference, con il successo che i Phoenix Suns ottengono per 107-101 sul campo di San Antonio chiudendo la serie con un rotondo 4-0. Il cappotto vendica le 4 eliminazioni consecutive contro gli Spurs e permette a Phoenix di volare in finale di conference con i 29 punti di Amare Stoudamire e i 20 di Steve Nash, che distribuisce anche 9 assist.

Le due star salgono in cattedra nel quarto periodo, firmando nel complesso 22 punti con 9/15 dal campo e compensando ampiamente la serata storta di Jason Rochardson (11 punti con 4/11 dal campo), che ha comunque il merito di piazzare i 2 liberi finali. San Antonio, ancora incapace di raddrizzare la situazione nella frazione finale, affonda.

I veterani non bastano per evitare l'umiliazione dello 0-4: Manu Ginobili firma 15 punti con un pessimo 2/11 al tiro, va meglio Tim Duncan che chiude con 17 punti e 8 rimbalzi. Non incidono, alla fine, nemmeno i 22 punti di Tony Parker. Phoenix prosegue il cammino e si prepara ad affrontare i Los Angeles Lakers. I detentori del titolo conducono 3-0 nella semifinale contro gli Utah Jazz e stanotte possono chiudere i conti a Salt Lake City.

Eastern Conference - Per trovare un po' d'equilibrio bisogna spostarsi nella Eastern Conference. I Boston Celtics, reduci dalla peggior sconfitta casalinga della propria storia, rialzano la testa contro Cleveland. Il successo per 97-87 vale il 2-2 nella serie che torna sul campo dei Cavs per gara 5 e gara 6. Il pareggio porta la firma tutta maiuscola di Rajon Rondo. Il play di Boston confeziona una prestazione memorabile con una 'tripla doppia' ricchissima: 29 punti, 13 assist e addirittura 18 rimbalzi. Ce n'è abbastanza per trascinare una squadra che non ottiene moltissimo dai 'big three' nel quarto periodo: Ray Allen e Kevin Garnett chiudono con 18 punti a testa, Paul Pierce si ferma a 9. Nell'ultimo periodo, però, i leader mettono insieme appena 4 punti e diventa determinante il contributo di Tony Allen (15 punti).

Cleveland perde la chance di prendere il largo nella serie e ora non può più concedersi passi falsi. I Cavs perdono contatto nel primo tempo (24-36) e riescono a ricucire il gap. Nel momento chiave, però, non riescono a rispondere all'allungo dei padroni casa. Il k.o. matura nonostante la 'quasi tripla doppia' di LeBron James (22 punti, 9 rimbalzi e 8 assist).

COMMENTA NEL FORUM DI NBA

Tutti i siti Sky