28 settembre 2010

Nba: Toronto cerca un leader, Bargnani: "Io sono pronto"

print-icon
bar

Andrea Bargnani e Danilo Gallinari si troveranno di fronte anche in questa stagione di Nba, la quinta per il "Mago" dei Toronto Raptors

Dopo la partenza di Chris Bosh l'italiano vuole essere il trascinatore dei Raptors nella sua quinta stagione in Nba: "Voglio essere il miglior giocatore possibile. Ci sottovalutano? Sì, perché si è parlato solo della partenza di Chris"

Commenta nel forum di Nba

"Voglio essere il miglior giocatore possibile". Andrea Bargnani sta per cominciare la quinta stagione Nba della carriera con la maglia dei Toronto Ratptors. Per il lungo italiano, il 2010-2011 sarà un anno speciale. La franchigia canadese ha cambiato volto: non c'è più Chris Bosh, emigrato a Miami nel rovente mercato estivo, e bisogna trovare un leader in grado di trascinare la squadra allenata dal coach Jay Triano.

Bargnani, reduce da una stagione con 17,2 punti e 6,2 rimbalzi a gara, non ha paura delle responsabilità. "E' strano andare nello spogliatoio e vedere che, dopo tanti anni, Bosh non c'è. Lui ha fatto una scelta che va rispettata. Quest'anno avvertiamo grandi aspettative, è qualcosa che non riguarda solo me", dice il "mago" incontrando la stampa nel media day allestito all'Air Canada Centre di Toronto prima dell'inizio del tranining camp. "Io cercherò di giocare nel miglior modo possibile per me e per il team. Non veniamo certo dalla conquista del titolo, quindi dobbiamo migliorare tutti", dice ripensando al deludente epilogo del 2009-2010, quando i Raptors hanno fallito la qualificazione ai playoff crollando nella seconda parte della regular season.

"Sono arrivati diversi giocatori nuovi - aggiunge - e siamo nel complesso una squadra giovane. Sarà importante trovare la chimica come gruppo". Bargnani ha vissuto un'estate intensa con la maglia azzurra nelle qualificazioni agli Europei 2011. "Vengo da due mesi con la Nazionale. Ho giocato spesso come centro, quindi con le spalle a canestro", dice.

"Ero un punto di riferimento, ho toccato moltissimi palloni e ho provato molte cose che potranno essermi utili in questa nuova stagione Nba. Ho dovuto fare i conti con molti raddoppi di marcatura, ho sperimentato situazioni che magari si  verificheranno spesso quest'anno", spiega ancora. "Cercherò di essere più aggressivo, cercherò di giocare più vicino al canestro. I miei numeri sono migliorati lo scorso anno. L'obiettivo è continuare così".

Toronto si aspetta molto dal numero 7. Lo confermano anche le attenzioni speciali che i tifosi dedicano al "mago" nella chat allestita dalla franchigia. Le domande arrivano a raffica. "La mia posizione naturale è come numero 4", dice Bargnani. "Ma prendere una decisione simile non spetta a me", aggiunge rispondendo a chi chiede lumi sulla sua posizione in campo. "Siamo sottovalutati?  Probabilmente, succede perché quest'estate si è parlato solo della partenza di Bosh", spiega ancora.

Il volto dei Raptors è cambiato e, di conseguenza, muterà anche il gioco. "Quest'anno dobbiamo correre: deve essere il nostro punto di forza perché siamo giovani. Io sono un lungo, ma non ho mai avuto problemi a correre". C'è chi, davanti alla tastiera, vuole sapere tutto sulla massa muscolare del "mago": "Peso circa 115 chili, non posso mica aggiungere 7-8 chili ogni estate!".

Tutti i siti Sky