10 novembre 2010

Nba: Belinelli c'è, gli Hornets volano. Disastro New York

print-icon
new

Gli Hornets sono implacabili, spazzati via anche i Clippers (Getty Images)

Continua la serie vincente di New Orleans (7 su 7), che vince con i Clippers 101-82. Ottima prova della guardia bolognese: 11 punti. Ancora ko i Knicks, battuti 107-80 dai Bucks. In ombra Gallinari: solo 5 punti. Perde anche Miami, con Utah

Commenta nel forum della Nba

Cose turche, Allen Iverson dalla Nba al Besiktas


Non si ferma la corsa degli Hornets di Marco Belinelli: settimana vittoria consecutiva su sette dall'inizio del campionato Nba e la guardia italiana ancora protagonista. New Orleans si sbarazza facilmente dei Los Angeles Clippers per 101-82, Belinelli segna 11 punti e in più mette a referto due rimbalzi e un assist. Tutti nel primo tempo i canestri dell'azzurro, poi condizionato da un secondo fallo dubbio compiuto troppo presto. E con la partita in mano negli ultimi due quarti il tecnico degli Hornets tiene diversi titolari in panchina.

Ben diversa la serata di Danilo Gallinari, travolto con i suoi New York Knicks a Milwaukee 107-80. L'italiano segna appena 5 punti, più tre rimbalzi e un assist. La sconfitta è clamorosa anche perché i Bucks hanno avuto finora il peggior attacco della Nba. Per i Knicks è la seconda sconfitta consecutiva.

Cade Miami - Straordinaria partita di basket a Miami: al termine di un incontro definito 'stellare' da tutti i commentatori americani, il trio delle meraviglie Wade-James-Bosh è stato sconfitto dopo un tempo supplementare dagli Utah Jazz per 116-114 soprattutto in virtù della prestazione eccezionale di Paul Millsap. La partita è stata di una intensità senza precedenti e ha visto i favoriti Miami Heats dominare gli avversari per i primi tre tempi regolamentari, arrivando ad avere anche 21 punti di vantaggio. Ma nel quarto tempo uno scatenato Paul Millsap, autore di un record personale di 46 punti, ha riportato la partita in parita' chiudendo i tempi regolamentari sul 104 pari.

Incredibile la prestazione dell'ala grande: nell'ultimo minuto, in piena 'trance' agonistica, ha messo a segno 11 punti in soli 28 secondi, riuscendo con un clamoroso canestro da 3 punti a raggiungere il pareggio a soli 5 decimi dalla fine. Gli Utah Jazz hanno così vinto nonostante l'eccellente prestazione del trio delle meraviglie di Miami: Dwyane Wade ha messo a segno 39 punti, Chris Bosh 17, e LeBron James il suo primo 'triple-double-digit' con 20 punti, 11 rimbalzi e 14 assist. Numeri da capogiro, ma che non sono comunque bastati a Miami per vincere la gara

Risultati:
Indiana Pacers - Denver Nuggets 144-113;
New Jersey Nets - Cleveland Cavaliers 91-93;
Miami Heat - Utah Jazz 114-116;
Milwaukee Bucks - New York Knicks 107-80;
New Orleans Hornets - Los Angeles Clippers 101-82;
Portland Trail Blazers - Detroit Pistons 100-78;
Los Angeles Lakers - Minnesota Timberwolves 99-94.

Tutti i siti Sky