14 novembre 2010

Nba, Belinelli super: 8 su 8 per gli Hornets

print-icon
hor

Record degli Hornets in Nba: 8 partite e 8 vittorie per l'unica squadra ancora senza sconfitte (Getty)

La guardia bolognese segna 18 punti e guida New Orleans nel successo contro i Blazers che mantengono il proprio record: 8 partite e 8 vittorie per l'unica squadra ancora senza sconfitte. I Raptors di Andrea Bargnani non riescono a fermare i Miami Heat

GALLERY: cose turche, Allen Iverson dalla Nba al Besiktas

Marco Belinelli vola con gli Hornets ancora imbattuti, Andrea Bargnani non riesce a fermare i  Miami Heat. Serata double face per la coppia italiana impegnata sui parquet della Nba. I titoli sono tutti per New Orleans, che travolge i Portland Trail Blazers per 107-87 e mantiene il proprio record immacolato: 8 partite e 8 vittorie per l'unico team ancora privo di sconfitte. Belinelli mette la firma sul successo con 30' concreti da titolare.

La guardia bolognese segna 18 punti (top scorer in compagnia di David West) con 6/9 dal campo e un eccellente 4/6 da 3 punti. Gli  Hornets funzionano in attacco con la regia di Chris Paul (11 punti e 13 assist), Emeka Okafor si fa sentire sotto le plance (14 punti e 12 rimbalzi) e tutta la squadra difende in maniera impeccabile. Finora, New Orleans non ha mai concesso 100 punti agli avversari. I Blazers, sotto di 13 punti all'intervallo, non riescono nemmeno ad avvicinarsi allo score con 3 cifre. Portland (6-5) finisce al tappeto nonostante i 16 punti di Nicolas Batum. Stecca invece Brandon Roy: appena 2 punti con imbarazzante 1/7 dal campo, ma sulla prestazione pesa un problema ad un ginocchio.

Problemi fisici assortiti, tra infortuni e malanni stagionali,  minano il roster di Toronto. I Raptors, reduci dal successo sul campo di Orlando, lottano ma cedono ai Miami Heat che si impongono per  109-100 sul proprio parquet, interrompendo la mini-striscia negativa di 2 sconfitte. I canadesi incassano l'ottavo k.o. stagionale su  10 gare disputate e a poco serve la 'quasi doppia doppia' di Bargnani. Il 'mago', in campo per 38'22", segna 22 punti con un modesto 8/23 (2/6 da 3 punti). In compenso, cattura 9 rimbalzi e si avvicina a quota 10 per la prima volta in stagione. I Raptors, spinti anche dai  21 punti di DeMarr DeRozan, restano in corsa fino alla fine. Miami prende il largo nella seconda metà dell'ultimo quarto piazzando un  mortifero parziale di 12-2 che scava il gap decisivo.

Gli Heat, che ora hanno un record di 6-4, sorridono grazie ai 31 punti di Dwyane Wade. LeBron James non brilla per precisione (8/21 dal campo) ma si fa notare con 23 punti e 11 assist. Chris Bosh, ex di turno, non va oltre l'ordinaria amministrazione (12 punti e 6 rimbalzi).

Commenta nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky