17 novembre 2010

Nba. Bargnani non brilla e perde ancora, ko anche il Gallo

print-icon
for

Danilo Gallinari con i suoi Knicks non è riuscito a fermare i Nuggets di Melo Anthony (Getty)

Doppia sconfitta per i due italiani in campo nella notte americana in un avvio di regular season sempre più complicato per Toronto e New York. Il Mago mette a referto solo 12 punti nella sconfitta dei Raptors con i Wizards, Gallinari 22 contro Denver

Commenta nel Forum della Nba

Serata storta e doppia sconfitta per Andrea Bargnani e Danilo Gallinari in un avvio di regular season sempre più complicato per Toronto e New York. I Raptors cadono sul campo di Washington, che si impone per 109-94 in una gara controllata dall'inizio alla fine. I Wizards, pur privi della prima scelta assoluta John Wall, toccano anche i 24 punti di vantaggio e senza patemi portano a casa la terza vittoria in 9 gare disputate. Toronto, invece, incassa il nono k.o. in 11 partite giocate. I canadesi ottengono poco da Bargnani,  protagonista di una prestazione opaca. Il lungo romano, titolare per  28'25", chiude con 12 punti e un pessimo 3/13 al tiro (1/2 da 3  punti). Nel tabellino dell'azzurro anche 2 rimbalzi, 2 assist e 1 recupero. Alla formazione del coach Jay Triano non bastano i 16 punti  di Sonny Weems e i 15 che dalla panchina garantisce Linas Kleiza. Washington si affida alla regia di Kirk Hinrich (12 punti e 13 rimbalzi), sfrutta la mano calda di Andray Blatche (22 punti con 9/13 al tiro) e per la prima volta in stagione presenta in quintetto Gilbert Arenas. 'Agent Zero' fa ampiamente la sua parte con 20 punti,  7 rimbalzi e 6 assist.

Rispetto a Bargnani, Gallinari mette a referto cifre migliori. Il risultato finale, però, non cambia: New York perde per 120-118 sul campo di Denver e subisce la sesta sconfitta consecutiva. L'ala italiana dei Knicks firma una doppia doppia con 21 punti e 10 rimbalzi senza brillare però per precisione: Gallinari, titolare per 35'48", chiude con un modesto 6/19 dal campo e con un eloquente 2/10 dall'arco. 

New York, che ha un record di 3-8, si affida a  mare Stoudamire (24 punti), Wilson Chandler (23 punti) e Landray Fields (21 punti e 17 rimbalzi). E' abbastanza per recuperare un passivo di 16 punti, ma non per vincere la volata finale. Denver porta il proprio bilancio in positivo (6-5) grazie soprattutto a Carmelo Anthony (26 punti e 9 rimbalzi), per niente condizionato dalle voci che da mesi lo accostano proprio ai Knicks. "Durante la partita non ci ho pensato per niente", dice l'ala. In una sfida persa per soli 2 punti, New York ha pagato gli errori alla lunetta: i Knicks hanno chiuso con 23-33 ai liberi. "Ne abbiamo sbagliati troppi nel secondo tempo", dice D'Antoni. Denver, in realtà, non ha fatto meglio con 31-47.

Tutti i siti Sky