27 novembre 2010

Gli Hornets sono tornati, stop per i Raptors

print-icon
spo

Marco Belinelli, 14 punti nella sfida vinta dai suoi Hornets contro i Trail Blazers (foto Ansa)

Due italiani in campo nella notte Nba: Belinelli mette a referto 14 punti e con New Orleans torna al successo: battuta Portland 97-78. Toronto e Bargnani non bissano il successo contro Boston: 111-101 al TD Garden

Eva Longoria divorzia da Tony Parker: le foto

Una vittoria e una sconfitta. Questo è il bilancio degli italiani impegnati nella Nba e scesi in campo la scorsa notte. Bene i New Orleans Hornets di Marco Belinelli, che tornano al successo contro Portland e continuano a navigare nelle zone alte della Western conference, dove Orlando è davvero Magic (batte Cleveland 111 a 100 ed è sempre prima della classe) e i Lakers campioni in carica inciampano a Utah (102 a 96, ma sono sempre secondi) nonostante i 31 punti di Bryant. Tornando agli Hornets, tutti i giocatori scesi in campo per affrontare i Trail Blazers sono andati sotto i 20 punti, Belinelli compreso, che si è fermato a 14 (4 rimbalzi) in 28 minuti e 45 secondi giocati.

A Boston, invece, i Celtics hanno battuto 110-101 Toronto, con un Andrea Bargnani in ombra che si è fermato a 11 punti in poco più di 36 minuti giocati.  Tra i padroni di casa, in vantaggio per tutta la gara, bene Kevin Garnett con 26 punti e 11 rimbalzi a referto. Il centro biancoverde sembra essere tornato a buoni livelli dopo i problemi fisici della scorsa stagione. Boston, che ad inizio settimana proprio contro i Rap aveva subito la terza sconfitta stagionale, torna a guidare la classifica della Eastern Conference.

Guarda anche:

Obama, 12 punti al labbro per uno scontro di basket

Commenta nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky